Attivazione ADSL: da maggio si passa a settembre 2006


Cambiano i tempi di

attivazione: da maggio si passa a settembre 2006

04/05/2006

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questi giorni sono in molti ad inviare

mail e messaggi alla redazione di Montorioveronese.it, preoccupati

dei ritardi dell’attivazione della linea ADSL a Montorio,

preventivata per Maggio (si veda il precedente articolo “

Arriva

l’ADSL a Montorio del 27/01/2006). Ora è

improvvisamente posticipata a settembre, come si può

facilmente verificare sul sito Telecom (http://www.wholesale-telecomitalia.it).

 

 

 

Naturalmente stiamo seguendo costantemente la situazione.

La pratica per l’avvio dei lavori alla centrale di Montorio,

è stata correttamente presentata da Telecom al Comune

di Verona.

Nei giorni scorsi il Comune e la Circoscrizione con celerità

ne hanno preso visione emettendo parere favorevole.

Come è noto il paese di Montorio è situato in

un’area vincolata dal parere della Soprintendenza Per

i Beni Ambientali e Architettonici. Questo significa che vari

interventi, fra cui anche quello per l’attivazione della

ADSL, devono attendere anche questa autorizzazione che con

la formula del silenzio – assenso giunge dopo 60 giorni.

Pertanto, se la pratica venisse spedita in questi giorni dal

Comune alla Soprintendenza, si rendono necessari ancora 60

giorni di attesa per ottenere tutte le autorizzazioni. Solo

allora la Telecom potrà dare avvio ai lavori.

Considerarati i 60 giorni di cui sopra, tempi tecnici dei

lavori, la pausa estiva di Agosto, mese in cui in Italia tutto

si ferma, arriviamo a settembre!

Per velocizzare i tempi potrebbe essere utile che la Soprintendenza

ai Beni Ambientali emettesse il parere favorevole all’intervento

mediante una formula diversa dal silenzio – assenso,

per esempio con una lettera scritta di assenso in tempi brevi.

Stiamo verificando la percorribilità di questa strada

! Altrimenti non ci resta che attendere!

Ad ogni modo i ritardi non sono dovuti a ripensamenti di Telecom,

a cambiamenti di programmazione o problemi tecnici, ma semplicemente

alla nota e familiare burocrazia italiana.

 

Roberto Rubele

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.