Ritrovamenti al Castello di Montorio


Castello6566Castello di Montorio: ritrovati reperti durante i lavori

21/03/2012
L’assessore all’Edilizia pubblica Vittorio Di Dio ha effettuato ieri pomeriggio un sopralluogo al castello di Montorio per visionare alcuni reperti, databili presumibilmente nel periodo compreso tra il 1859 ed il 1866, ritrovati nel corso dei lavori di conservazione, consolidamento e valorizzazione del sito. In particolare in corrispondenza della torre scudata nord-ovest “C” è comparsa la sagoma di una chiesa; tra le macerie interne al perimetro della chiesa sono stati recuperati svariati blocchi lapidei con parti di elementi architettonici e in un angolo della muratura è apparsa una pietra scolpita con figurazioni a bassorilievo, rappresentanti una scena di conciatura delle pelli.

Sono state rinvenute anche parti di ciottolato in buono stato, che prosegue sotto gli accumuli di materiale non ancora rimosso. In corrispondenza della torre scudata nord-est “D” sono emersi invece manufatti murari di periodo austriaco oltre ad estese zone pavimentate con ciottoli di fiume ed un pozzo; è stata rinvenuta una grande cisterna interrata voltata in mattoni, munita di aperture con chiusino in pietra e sono affiorati i sistemi di raccolta delle acque meteoriche con canalette di mattoni e pietra.

“Tutti i ritrovamenti – ha spiegato l’assessore – sono stati tempestivamente segnalati alla Soprintendenza; sono stati quindi temporaneamente interrotti i lavori e chiesto il permesso alla Soprintendenza di estendere le operazioni di scavo anche sotto due importanti accumuli di terra, che erano stati sempre interpretati come postazioni di artiglieria di periodo austriaco. Le operazioni attuali sono orientate ad ultimare i lavori autorizzati dalla Soprintendenza – ha aggiunto Di Dio – che riguardano la pulizia e l’asporto dei materiali di accumulo per far emergere e valorizzare il sistema delle costruzioni e dei percorsi e rendere complessivamente leggibile il sistema costruttivo interno all’area castellana mediante un percorso di visita dell’intero complesso”.

Fonte Informazioni: veronaoggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.