Tesori montoriesi – La Madonna del Di Rigino


 

L'antica statua della "Madonna con Bambino"
sarà esposta alla mostra delle
"Sculture Veronesi del Trecento"

 

Madonna_con_Bambino_di_Giovanni_di_Rigino_1389Domenica 18 marzo, negli avvisi parrocchiali, il parroco don Gino Adami ha dato notizia che, su richiesta della Soprintendenza ai Beni Storici ed Artistici di Verona, la statua della "Madonna con Bambino", opera trecentesca dello scultore Giovanni di Rigino datata 1389, sarà esposta, assieme ad altre opere nella Mostra “Sculture Veronesi del Trecento. Restauri”. Tale mostra sarà allestita nella chiesa di San Pietro in Monastero a Verona dal 4 aprile al 24 giugno 2012.
L’opera, che in origine era collocata nella chiesa della Madonnina, era stata asportata assieme ad una tela e restaurata nel 1992 da Francesca Mariotto. Il piedestallo su cui posava la statua però è rimasto all'interno della chiesa. Si legge infatti nella scheda preparata allora dal sovrintendente dott. Fabrizio Pietropoli: “…Il basamento originale ottagonale, rimasto in loco, scolpito in un unico blocco di pietra, coincide per dimensioni con la base della statua; è decorato nelle svasature da fregi con motivi vegetali e nelle due smussature degli angoli da riquadri campiti da un fiore espanso, elementi tutti che con regolare impaginazione racchiudono la preziosa iscrizione incisa in caratteri gotici, attestante l’autore, la datazione e i due committenti: OPUS JOHANNIS QUONDAM MAGISTRI RIGINI DE VERONA: DOMPNI JACOBUS DE MANTUA JOHANNES A FALCIBUS FECERUNT FIERI MCCCLXXXVIIII. Seppur il termine abbreviato D.P. possa svolgersi in diverso significato (de pietate o de proprio)“ …cioè a loro spese.
Sono ormai passati vent’anni da che furono scritte queste cose. La statua e il quadro restaurati fanno bella mostra di sé nella chiesa parrocchiale, ma il basamento è sempre rimasto alla Madonnina i cui muri sono nel frattempo in gran parte crollati assieme al tetto. Sarebbe questa una ottima occasione per chiedere alla Sovrintendenza un sollecito recupero del basamento della statua di questo artista che fu senza dubbio il più grande scultore della Verona Scaligera.

Luigi Alloro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.