Esondazione – Un anno e mezzo è passato


Comitato esondazione. Lettera alle autorità. Dopo un anno e mezzo dall'esondazione ancora tanto lavoro da fare

 

11 Novembre 2014

 

E' passato un anno è mezzo dall'ultima esondazione del torrente Squaranto e del Fiume Fibbio.

Il lavoro da fare per la messa in sicurezza del territorio è ancora molto.

Dopo le note del 18 febbraio 2014 con raccolta firme (allegato 2 "Storia delle esondazioni" e allegato 3 "Elenco interventi da eseguire per migliorare la sicurezza idrogeologica del territorio") e del 16 maggio 2014il Comitato Spontaneo Esondazione, invia una lettera a tutte le autorità per capire come procedono le opere e conoscere i tempi di realizzazione.

 

 

Tutto il materiale relativo alle esondazioni passate (foto e video), tutta la documentazione raccolta, gli studi eseguiti, le lettere inviate dalle autorità coinvolte, sono state riunite in una unica pagina e messe a disposizione di tutte le persone che abbiano interesse all'approfondire l'argomento:

 

www.montorioveronese.it/esondazione

 

 

Il filmato dell'esondazione del 16 maggio 2013 

 

 

Di seguito la nota inviata alle autorità

 

esondazione nota20141110 1

 

esondazione nota20141110 2

 

esondazione nota20141110 3

 

1911 Esondazione con rottura argine sinistro in centro al paese di Montorio

L'ARENA – 07/08.06.1911 La rotta del Progno di Squaranto. Danni a Montorio – Una vecchia morta di paura

Nella parte sinistra della foto che segue si notà l'edificio dell'Asilo Regina Margherita

 

 

1934 Una disastrosa esondazione cambia il volto al paese di Montorio

(Cronaca e documenti di un'autentica catastrofe che cambiò volto ad una parte di Montorio)

Nella foto seguente lo squarcio di circa 50 metri nell'argine sinistro presso piazza ora denominata delle Penne Nere in centro al paese di Montorio

 

1986 Esondazione con parziale rottura dell'argine sinistro in piazza delle Penne Nere a Montorio

(19 giugno 1986: straripa il "progno", paura a Montorio)

 

1986 esondazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.