Consiglio di Circoscrizione – La maggioranza diserta la seduta


Andreoli convoca il Consiglio, ma si trova senza la sua maggioranza – tutti a casa.

aula_desertaIl Presidente Dino Andreoli convoca il Consiglio, si trova senza i suoi consiglieri e li giustifica, Vittorino Formenti, capogruppo della Lista Tosi non sa dove siano i suoi 6 consiglieri. “Saranno a vedere la partita” dice.

Per Lega Nord e Lista Tosi, la partita o i giochi politici, sono più importanti delle necessità dei cittadini all’ordine del giorno. 

Comunicato stampa congiunto gruppi consigliari PD, M5S e Civicattiva dell’8^ Circoscrizione

8^ CIRCOSCRIZIONE: 

LA MAGGIORANZA DISERTA IL CONSIGLIO

Dopo aver disertato l’ufficio di Segreteria, la maggioranza non si presenta al Consiglio, regolarmente convocato per discutere, tra l’altro, della surroga del coordinatore bilancio, la new entry Tiziana Sabaini. Presenti solo il Presidente Dino Andreoli e il Capogruppo della Lista Tosi Formenti, tutti gli altri consiglieri di maggioranza, 6 della Lista Tosi e 3 Lega Nord, oltre che l’unico consigliere del PdL non si sono presentati.

L’opposizione invece al completo, si è posta quindi una serie di domande:

  1. La maggioranza era forse spaccata sulla nomina del Coordinatore Bilancio?
  2. La leadership di Andreoli sta traballando?
  3. È arrivata anche in 8^ l’onda lunga della crisi delle altre circoscrizioni?
  4. La presenza di un gruppo di cittadini interessati ad un’argomento all’odg, il recupero della ex Scuola Elementare di Poiano, li ha spaventati?
  5. Era necessario evitare la possibilità di completare tutti gli argomenti e di utilizzare la seconda convocazione (di luned^ prossimo 15 febbraio) per discutere delle gravi problematiche degli istituti scolastici della Valpantena e della Valsquaranto come convenuto in Ufficio di Segreteria?

 

Molti dubbi ma alcune certezze, prima di tutte il tentativo del Presidente di giustificare alcune assenze, i consiglieri della Lega e il vicepresidente, salvo poi bofonchiare qualche sillaba alla reiterata richiesta dell’opposizione di avere, nel rispetto della privacy, maggiori informazioni sulle motivazioni reali delle assenze. Formenti, Capogruppo della Lista Tosi, non aveva idea di dove potessero essere i suoi consiglieri.

Sconcertati i cittadini presenti, più di una decina, intervenuti per condividere la discussione di una serie di tematiche emerse nell’assemblea pubblica, ancora una volta organizzata dall’opposizione, concretizzatisi in interrogazioni, mozioni e ordini del giorno su:

  • le perplessità sull’attività svolta nell’ex cava Super Beton a Montorio;
  • una serie di lavori urgenti in aree realmente disagiate, Via Pantheon, Via Santa Maria in Stelle, Via Sezano, contrada Moranda;
  • la redistribuzione degli orari di utilizzo del palazzetto di Quinto;
  • la manutenzione straordinaria delle palestre della Circoscrizione;
  • la variante al progetto Centro Sportivo di Marzana;
  • la sistemazione delle ex scuole elementari di Poiano;
  • una mozione per limitare le slot machine;
  • una richiesta di reinserire nel piano triennale stanziamenti per la sistemazione del Castello di Montorio;
  • il ritardo nella realizzazione di interventi di riqualificazione previsti nel contratto di gestione del Circolo 1° Maggio;
  • l’assegnazione alle associazioni del forte Preara;
  • la realizzazione di alcuni stalli per la sosta in via Valpantena:

e non da ultimo il Piano delle Opere prioritarie da realizzare nella Circoscrizione con i proventi incassati con il Piano degli Interventi

Marco Martini, capogruppo M5S, dichiara “sono tutti argomenti sui quali il disinteresse della maggioranza non ha ragioni specifiche, se non forse quella di ignorare le necessità dei cittadini. E’ una mancanza di rispetto verso le istituzioni, i colleghi di consiglio e la popolazione del territorio”

“Sono particolarmente delusa” riferisce Paola Cavalieri di Civicattiva, “questo era il primo consiglio dopo molto tempo in cui non c’erano semplici adempimenti amministrativi ma vere e proprie proposte concrete, che avrebbero meritato un serio dibattito ”.

“L’opposizione aveva disertato il precedente consiglio”, chiarisce Roberto Fenzi capogruppo PD, “motivando con una dichiarazione congiunta che non intendeva avallare in alcun modo la surroga di un consigliere della maggioranza che aveva dato le dimissioni per non rinunciare ad un incarico ben retribuito in un consiglio di amministrazione”.

 

Verona, 11 febbraio 2016

PD, M5S, CA saranno presenti alla seconda convocazione del Consiglio, Lunedi 15 febbraio  disponibili a discutere i problemi che la maggioranza non ha voluto oggi affrontare.


minoranza

 

Fonte informazioni: circottava.blogspot.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.