Nuovi imbrattatori a Montorio: non solo Zinko


500,00 euro la sanzione prevista dal Comune di Verona per i vandali

Nelle ultime settimane sono comparse, sui muri delle case a Montorio, nuove scritte realizzate da vandali imbrattatori. In particolare sono riconoscibili due “firme” che abbiamo fotografato e rendiamo disponibili affinché tutti le possano analizzare, anche le forze dell’ordine, che, ci auguriamo, potranno utilizzarle per creare una sorta di “identikit” utile a risalire più facilmente ai vandali.

imbrattatori

Il comune di Milano attraverso questo sistema di riconoscimento ha costituito una banca dati delle tags, cioè delle firme dei graffitari: la polizia di Milano attualmente ha già raccolto circa un centinaio di nomi. Per alcuni di questi vandali sono già partite azioni penali, anche senza la flagranza di reato. Uno strumento che mette letteralmente al muro i writers più accaniti, abituati a lasciare sempre la loro firma sulle pareti.

Anche il comune di Verona ha dichiarato guerra agli imbrattatori. La Giunta del Comune di Verona, con la Delibera n. 287 del 6 agosto 2008 ha elevato a 500,00 euro la sanzione prevista dall’articolo 16 del Regolamento di Polizia Urbana, applicabile sia se l’edificio deturpato sia di proprietà pubblica che privata.

Nel caso di monumenti storici o edifici di particolare pregio è prevista la possibilità di denunciare gli autori delle scritte. L’articolo 16 del Regolamento di Polizia Urbana prevede infatti che è proibito danneggiare, deturpare, imbrattare con scritti, affissioni, disegni o macchie gli edifici pubblici o privati, i monumenti, i muri in genere, le panchine, le carreggiate, i marciapiedi, i parapetti dei ponti, gli alberi e qualsiasi altro manufatto.

Ricordiamo che il Presidente della Circoscrizione Dino Andreoli sul quotidiano L’Arena di Verona del 19 novembre 2013 dichiarava: “Il nostro obiettivo è fermare queste persone, anche se probabilmente si tratta sempre della stessa mano, per evitare che continui a vandalizzare il paese”. Per questo sono già stati allertati i carabinieri che indagheranno per risalire agli autori del gesto. “Non si tratta di ragazzate”, conclude Andreoli, “ma di una mancanza di rispetto per il bene pubblico e per il decoro della frazione”.

Non sempre gli imbrattatori restano impuniti. Circa un mese fa, quattro ragazzi italiani di età compresa tra i 20 e i 25 anni, sono stati fermati e denunciati dai Carabinieri per aver imbrattato impianti di comunicazione e pubblica utilità nei pressi della linea ferroviaria nei quartieri di Santa Lucia e Golosine

I proprietari delle abitazioni danneggiate dalle scritte sono furibondi: serve un’azione educativa – preventiva. Molti chiedono che, se individuati, siano gli stessi imbrattatori a risarcire il danno, con l’obbligo di ri-imbiancare tutte le pareti rovinate, anche perchè, altrimenti, a norma dell’articolo n. 16 del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Verona sono i proprietari degli edifici che a proprie spese devono intervenire per il ripristino dell’intonaco.


Regolamento di Polizia Urbana

Art. 16 Deturpamento di edifici pubblici e privati Senza pregiudizio per le sanzioni penali, è proibito danneggiare, deturpare, imbrattare con scritti, affissioni, disegni o macchie gli edifici pubblici o privati, i monumenti, i muri in genere, le panchine, le carreggiate, i marciapiedi, i parapetti dei ponti, gli alberi e qualsiasi altro manufatto. Qualora i proprietari o i locatari o gli utenti degli edifici, o chiunque altro abbia interesse alla cancellazione, non provvedano tempestivamente, e comunque entro 48 ore dalla constatazione, alla eliminazione dei deturpamenti di cui al comma precedente, tale operazione potrà venir eseguita di ufficio senza obbligo di preavviso. Nei casi urgenti per motivi di ordine, di decoro o di opportunità, il Comune potrà provvedere alla immediata eliminazione dei deturpamenti. Resta in ogni caso a carico degli interessati provvedere a ripristinare, a propria cura e spese, l’intonaco, le tinte e comunque la superficie dei manufatti.


Qual’è la differenza?

Trova la differenza tra le due foto.

trova la differenza

Nessuna.

Entrambe le specie animali, usando tecniche diverse, percepite in modo diverso, dall’olfatto nel primo caso e con la vista nel secondo, marcano il territorio.

E Adesso chi ripulisce i muri imbrattati?


Link:

 L’Arena di Verona 19/11/2013 – Scritte sugli edifici, indagini a Montorio

Imbrattano durante la notte: scatta la denuncia per 4 giovani – 10 marzo 2016

La guerra anti-writers – A Verona multe da 500 euro

Zinko. Un novello Zorro si aggira per Montorio


 

Identificati Sneg e Alfa, i due writer che hanno sfidato il sindaco Pisapia

«Associazione a delinquere» Writer condannati a 6 mesi

 Processo writers, 2 condanne a 6 mesi: il giudice “fu associazione a delinquere”

 Writer, è associazione a delinquere

 


Foto

Link alla galleria fotografica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.