Variazioni climatiche in Veneto. Periodo 1955-2004: temperature in aumento


Gli studi sull’andamento delle principali variabili climatiche confermano, in Veneto, le tendenze emerse a livello globale di aumento delle temperature.

Sul Notiziario del Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente (SNPA), il 29 marzo 2017 è stato pubblicato il documento "Andamento climatico in Veneto", uno studio dell'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto (ARPAV) con i dati estrapolati da banca dati meteo-climatici costituita, oltre che dalle rilevazioni effettuate della propria rete di monitoraggio nivo-meteorologica, anche dai dati delle stazioni dell’ex Ufficio Idrografico acquisiti tramite lavori di digitalizzazione degli Annali Idrologici del secolo scorso.

Ecco i principali risultati:

Temperatura

Si osserva che il trend di incremento delle temperature medie annue nei 50 anni esaminati (periodo 1955-2004) è statisticamente significativo:

+ 1.8 °C per le massime;
+ 1.1 °C per le minime.

A livello stagionale i trend di incremento delle temperature risultano più elevati in estate ed in inverno rispetto a primavera ed autunno, con aumento più marcato nei valori massimi. 

Precipitazioni

Le precipitazioni del periodo 1955-2004 presentano trend lineari in diminuzione ma non statisticamente significativi. Tale diminuzione è particolarmente evidente nella stagione invernale. 

I ghiacciai del Veneto e i cambiamenti climatici

Effetti dei cambiamenti climatici osservati sul territorio Veneto:

1) la diminuzione dell’altezza media e della durata del manto nevoso con conseguente riduzione della superficie glacializzata;

2) variazioni delle fasi fenologiche e del ciclo produttivo di alcune culture agrarie (es vite) con anticipo della maturazione;

3) innalzamento del livello del mare anche nell’Alto Adriatico seppur in misura minore di quello osservato a livello globale.

Nella foto seguente il ghiacciaio principale della Marmolada fotografato nel 2007, con ricostruzione della posizione del fronte in epoche diverse. E’ evidente il significativo arretramento del fronte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.