I Ponti dell’Acqua – Le acque di Montorio e Re Magnaron – Il filmato


Le acque di Montorio e Re Magnaron

Domenica 10 settembre a Montorio si è tenuto il settimo ed ultimo appuntamento della manifestazione denominata “I ponti dell’acqua” organizzata da “Archeoland – Lupo Azzurro”. L’evento di Montorio dal titolo “Le acque di Montorio e Re Magnaron” si è sviluppato in prossimità delle principali sorgenti e polle d’acqua del paese.

Gli spettatori sono stati inviati ad assistere ad un piacevole “spettacolo itinerante” lungo i fossati e i laghetti, accompagnati dagli attori della compagnia teatrale Artefatto Teatro, e dal Prof. Marco Pasa che ha descritto le caratteristiche e specificità delle sorgenti d’acqua e illustrato la storia dei luoghi raggiunti in passeggiata.. 

La rappresentazione teatrale a cura di ArteFatto Teatro è stata suddivisa in quattro parti:

Scena 1: Le lavandare – (Alla scaletta presso il laghetto Fontanon). Interpreti: Giuliana Bassan, Barbara Pertile, Cristina Bordoni 

Scena 2: I bei tempi del magnaron – (lungo il percorso pedonale via Sodelle). Interpreti: Cristian Turrini – Fabrizio Piccinato 

Scena 3: Le api, i fiori e… il magnaron! – (Al ponte Trivellin). Interpreti: Patrizia Pesente – Beatrice Strina 

Scena 4 – Canzone Finale “El Magnaron” (presso il Laghetto Squarà). Interpreti: Tobia Sabaini, Fabio Zanolini 

Di seguito le foto e il filmato dello spettacolo itinerante


ARCHEOLAND “Lupo Azzurro”

Fonte Informazioni: www.facebook.com


Sette appuntamenti dedicati al bene più prezioso: l’acqua

Teatro, musica, danza e narrazione

Alla riscoperta dei nostri ambienti, dove le generazioni trascorse hanno disegnato i contorni di fondo valle, in armonia con i monti, quando l’agire umano rivelava una gestione discreta, quasi timorosa, quando camminare nei boschi o presso una sorgente ci si immaginava di incontrare l’“Anguana”.  Il Progetto “I Ponti dell’Acqua” ha come mission la riscoperta di questi luoghi, e trasmetterne il valore alle generazioni future in modo che esse se ne prendano cura nel tempo…
L’iniziativa è promossa da Archeoland e dall’Unicef provinciale di Verona con il patrocinio dei Comuni di Verona e Grezzana.
 

Programma della rassegna

Domenica 11 giugno, alle 17,

Alla “Grotta dell’acqua” a Ponte di Veja rappresentazione “Intervista impossibile all’uomo di Neanderthal libero dialogo tra un giornalista e l’uomo di Neanderthal” liberamente tratto da “Interviste impossibili” di Italo Calvino;

Domenica 18 giugno, dalle 15 alle 18

Al Riparo Falasco a Stallavena, spettacolo “Il burattinaio racconta…Storie di gravi fatti legati all’acqua” a cura del Teatro Giochetto;

Sabato 24 giugno, alle 21,

Alla Sorgente della Stra, Villa Balladoro Malfatti, a Campagnola di Novaglie spettacolo teatrale “Nella notte di San Giovanni Battista – La sorgente dell’anguana” a cura della compagnia “Il mejo della coà”;

Domenica 2 luglio, dalle 10 alle 18

Al Mulino “del Baraca” a Bellori, intrattenimento di musica e danza “La ballata di Bellori” a cura di “Canta e Bala”, visita al mulino restaurato e laboratorio “Dal chicco al primo pane”;

Domenica 16 luglio dalle 10,

Al Mulino Sengio di Satallavena, laboratorio creativo “Il bosco dei sambuchi e i folletti, il mulino del folletto Nunzie”

Domenica 16 luglio alle ore 16,

Spettacolo teatrale “Una storia per il cantastorie, il mulino del folletto Nunzie”, intrattenimento con la “Valigia narrante” e laboratorio creativo “Disegna il folletto che sta in te”;

Domenica 2 settembre alle 17,

Al Teatro di Santa Maria in Stelle, spettacolo “Le ninfe sfrattate” a cura della compagnia “Il mejo della coà”;

Domenica 10 settembre alle 21 – Montorio

Al laghetto “Fontanon” commedia “Le acque di Montorio e Re Magnaron” a cura di Artefatto Teatro con passeggiata e descrizione delle sorgenti e dei corsi d’acqua del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.