PUA “Ai Tigli”: convocato questa sera Consiglio di Circoscrizione straordinario


Il PUA “Ai Tigli” (scheda norma 159) ritorna in consultazione nella sala consiliare di Quinto.

Questa sera (27 aprile) è stato infatti convocato dalla Circoscrizione 8^ un Consiglio in seduta straordinaria ed urgente con ordine del giorno l’espressione di Parere in merito a Piano Interventi Scheda norma 159 “Ai Tigli” .

Ricordiamo che dopo la bocciatura in Giunta, da parte della precedente Amministrazione, del progetto di 120 appartamenti a Montorio, in via dei Tigli sono seguite quelle della Circoscrizione 8, avvenute il 22 settembre 2014 e il 23 giugno 2015.

In origine, nel 2011, la manifestazione d’interesse, inserita nel Piano degli Interventi, aveva incassato il sì della Circoscrizione 8^, ma con la richiesta, poi accolta dal Comune, di ridurre la superficie abitativa, passata da 21.800 metri quadri a 15mila. Inoltre nella scheda norma 159, era indicato nelle prescrizioni che in sede di PUA (piano attuativo urbano) il punto di accesso più sicuro sarebbe stato da via del Vegron. Questo perché l’arrivo di 150 nuove famiglie, e quindi circa 300 auto, avrebbe avuto un impatto devastante sulla zona, se tutte fossero dovute passare solo da via dei Tigli, dove tra l’altro è appena sorta un’area Peep, tuttavia nei due progetti presentati dalla società la nuova strada non c’è. La presenza o meno della strada nelle prescrizioni originali aveva peraltro creato una forte contrapposizione, specialmente in conferenza di servizi, tra il proponente ed il Comune di Verona

Come opere compensative sarebbero dovute arrivare due palestre, con spogliatoi e bar, ma sarebbero state piccole, 100 metri quadri ciascuna, con un soffitto di 4 metri, quindi non utilizzabili per pallavolo, basket o altri sport. Sarebbero andate bene solo per la ginnastica.

Alberto Speciale

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.