Catasto incendi: sono Mizzole, Novaglie e S.M. in Stelle le aree con i vincoli. Osservazioni entro 30 giorni


E’ stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Comunale n. 103 del 01 aprile 2019 con la quale è stato istituito il Catasto soprassuoli percorsi dal fuoco ai sensi dell’art. 10, c.2, L. 353/2000.

Nel dettaglio la Legge n. 353 del 21.11.2000 “Legge quadro in materia di incendi boschivi” dispone in
merito alla conservazione e alla difesa dagli incendi del patrimonio boschivo nazionale quale bene insostituibile per la qualità della vita, inoltre delinea (art. 10, c.1) differenti vincoli per le zone boscate ed i pascoli i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco. Nello specifico:

Vincoli quindicennali: per almeno quindici anni tali zone non possono avere destinazione diversa da quella preesistente all’incendio. E’ comunque consentita la costruzione di opere pubbliche necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità e dell’ambiente. In tutti gli atti di compravendita di aree e immobili situati nelle predette zone, stipulati entro i quindici anni dal verificarsi dell’evento, deve essere espressamente richiamato detto vincolo, pena la nullità dell’atto. I contratti che costituiscono diritti reali di godimento su aree e immobili situati in tali zone, stipulati entro due anni dal fatto, sono trasmessi, a cura dell’Agenzia delle Entrate, entro trenta giorni dalla registrazione, al prefetto e al procuratore della
Repubblica presso il tribunale competente;

Vincoli decennali: per dieci anni, sui predetti soprassuoli, è vietata la realizzazione di edifici nonché di strutture e infrastrutture finalizzate ad insediamenti civili ed attività produttive, fatti salvi i casi in cui detta realizzazione sia stata prevista in data precedente l’incendio dagli strumenti urbanistici vigenti a tale data. Sono altresì vietati per dieci anni, limitatamente ai soprassuoli delle zone boscate percorsi dal fuoco, il pascolo e la caccia;

Vincoli quinquennali: per cinque anni, sui soprassuoli medesimi, sono vietate le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche, salvo specifica autorizzazione concessa dal Ministero dell’Ambiente, per le aree naturali protette statali, o dalla Regione competente, negli altri casi, per documentate situazioni di dissesto idrogeologico e nelle situazioni in cui sia urgente un intervento per la tutela di particolari valori ambientali e paesaggistici.

La L.353/2000, all’art. 10, c. 2, dispone inoltre che i Comuni debbano provvedere a censire, tramite apposito catasto, i soprassuoli già percorsi dal fuoco nell’ultimo quinquennio, avvalendosi anche dei rilievi effettuati dal Corpo Forestale dello Stato e che tale catasto sia poi aggiornato annualmente.

L’elenco dei predetti soprassuoli deve essere esposto per trenta giorni all’albo pretorio comunale, per eventuali osservazioni. Decorso tale termine, i Comuni valutano le osservazioni presentate e approvano, nei successivi sessanta giorni, gli elenchi definitivi e le relative perimetrazioni. Successivamente la Direzione Pianificazione Territorio – Autorizzazioni Paesaggistiche effettuerà l’aggiornamento della cartografia e l’elaborazione della carta dei vincoli, inclusi quelli relativi agli incendi, agli adempimenti relativi alla pubblicazione ed approvazione con atto formale del dettaglio delle aree.

Relativamente alla Circoscrizione 8^ le aree incendiate, iscritte nel catasto incendi 2018, con le correlate particelle catastali interessate risultano essere le seguenti:

  • Mizzole,
  • Santa Maria in Stelle,
  • Novaglie.

Negli Allegati Grafici è possibile identificare in dettaglio l’identificazione cartografica e catastale.

Tutti gli elaborati costituenti il catasto incendi sono consultabili al seguente indirizzo: www.comune.verona.it – Tutti gli uffici – Pianificazione Territorio Autorizzazioni Paesaggistiche – Servizi – Catasto soprassuoli percorsi dal fuoco.

Le osservazioni, da redigere in carta semplice, dovranno essere indirizzate alla succitata
Direzione Pianificazione Territorio – Autorizzazioni Paesaggistiche e potranno essere
presentate presso il protocollo generale del Comune di Verona, protocollate presso la
segreteria Pianificazione Territorio – Autorizzazioni Paesaggistiche, inviate via fax al numero
045/8077667 con allegata copia del documento di identità dell’osservante, inviate con posta
elettronica certificata all’indirizzo urbanistica@pec.comune.verona.it, con la seguente
dicitura: “Catasto incendi osservazioni”.

Alberto Speciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.