Provvedimenti viabilistici: divieto di transito e sosta Piazza Buccari


In Piazza sotto le stelle” a Montorio – istituzione provvedimenti viabilistici.

Ordinanza 896/2019

IL DIRIGENTE MOBILITÀ E TRAFFICO
PREMESSO che l’8^ Circoscrizione organizza per il giorno 13 luglio 2019, una
manifestazione denominata “In Piazza sotto le stelle” a Montorio;
CONSIDERATO che a tale evento parteciperanno molte persone;
RAVVISATA pertanto la necessità di adottare gli opportuni provvedimenti viabilistici
atti a consentire un regolare svolgimento della manifestazione ed a salvaguardare, nel
contempo, la pubblica incolumità;
SU RICHIESTA dell’8^ Circoscrizione;
AVUTE presenti le esigenze del traffico e le caratteristiche strutturali delle strade e
piazze;
VISTI:
– l’ordine di servizio n. 39/a 76-08, P.G. n. 34707 del 03.05.1999, l’art. 107 del D.Lgs 18.08.2000 n. 267 e successive modificazioni, l’art. 80 dello Statuto
Comunale, gli articoli 5, 6 e 7 del Nuovo Codice della Strada;
– il nulla osta delle Manifestazioni, pervenuto in data 13 giugno 2019.
O R D I N A
Per i motivi descritti in narrativa:

1. dalle ore 16.30 alle ore 23.30, del giorno 13 luglio 2019, viene istituito il divieto di
transito e di sosta dei veicoli, con facoltà di rimozione, con esclusione dei mezzi
dell’organizzazione, di quelli di pronto intervento e soccorso, dei frontisti e diretti
frontisti:

a) piazza Buccari, nel tratto compreso tra l’intersezione con via dei Faggi, via degli
Oleandri e l’intersezione con via Olmo;

2. vengono temporaneamente revocate tutte le Ordinanze nelle parti che fossero
eventualmente in contrasto con il presente provvedimento;

3. di dare atto che il presente provvedimento sarà:
a) comunicato in copia conforme:
– alla Questura di Verona;
– al Corpo di Polizia Locale;
– alla Circoscrizione 8^;
– all’ATV srl;
– all’AMIA SpA;
– all’Unione Radiotaxi Verona;
– al Servizio Manifestazioni;
b) di disporre la pubblicazione all’Albo Pretorio online ai fini della generale
conoscenza, ai sensi dell’art. 26 della Legge 241/90 e dell’art. 53 dello Statuto
Comunale;

4. il presente provvedimento sarà esecutivo in seguito all’installazione dei prescritti
segnali;

Gli organizzatori dovranno:
a) a propria cura e spese, collocare la prevista segnaletica stradale almeno 48 ore
prima della manifestazione e rimuoverla immediatamente al termine della stessa,
segnalando al Comando Polizia Locale il nominativo della persona responsabile
delle menzionate operazioni, la cronologia di posizionamento dei cartelli e segnali
stradali. I cartelli devono essere di tipo regolamentare e posati secondo quanto
previsto dal decreto legislativo del 30.04.1992, n° 285 “Nuovo Codice della strada”
e successive modificazioni e dal relativo Regolamento di attuazione (D.P.R.
16/12/92 n. 495);
b) di trasmettere al Comando di Polizia Locale e alla Direzione Mobilità e Traffico,
l’atto di notorietà allegato alla presente, debitamente compilato e attestante
l’avvenuta posa della segnaletica stradale prescritta;
c) assumersi ogni responsabilità della corretta applicazione della presente ordinanza;
d) la manifestazione sia regolarmente assicurata per la responsabilità civile verso
terzi ed infortuni;
e) assicurare di non arrecare danni all’estetica delle strade e all’economia ecologica
dei luoghi interessati dalla manifestazione e che sarà ripristinato lo stato dei luoghi
e delle cose al termine della manifestazione;
f) assicurare di non danneggiare, spostare, rimuovere o imbrattare la segnaletica
stradale ed ogni altro manufatto ad essa attinente (art. 15 comma 1 lett. B dal
Nuovo Codice della Strada).

5. il Corpo di Polizia Locale ha la facoltà di vietare o consentire il transito e/o la sosta
dei veicoli in deroga alla normativa in atto, nel caso e per il tempo in cui particolari
esigenze lo richiedano.
Il presente provvedimento non costituisce autorizzazione allo svolgimento
dell’evento.
Ai sensi dell’art. 37, comma 3, del Nuovo Codice della Strada si precisa che,
contro il presente atto, è ammesso ricorso, entro 60 giorni, con le formalità stabilite nel
Regolamento di Esecuzione e di Attuazione del Nuovo Codice della Strada, al Ministro
delle Infrastrutture e dei Trasporti che decide in merito.
IL DIRIGENTE
MOBILITÀ E TRAFFICO
Ing. Michele FASOLI

divieto di transito