Circoscrizione 8^: adottato il PUA “Ville del Castello”, S/N 175. Atteso parere VAS dalla Regione per approvazione


La Giunta Comunale con Deliberazione n. 333 del 28 ottobre 2019 ha adottato, ai sensi e per gli effetti dell’art. 20 L.R. n. 11/2004 il Piano Urbanistico Attuativo n. 7190175 denominato “Ville del Castello” – Scheda Norma 175, ATO 6, Circoscrizione 8^ – richiedente Società Ferrari Saccomani Srl. La ditta richiedente dovrà provvedere direttamente alla verifica di assoggettabilità a VAS che, qualora richiesta, è presupposto per l’approvazione del PUA.

La zona del Piano Urbanistico Attuativo è localizzata in Borgo Venezia – Via Da Legnago/Via Belvedere. Il progetto prevede l’accesso ai 14 lotti direttamente da via A. Da Legnago, di fronte a Corte Valverde, attraverso una strada interna con orientamento nord-sud. È stato escluso in sede di PUA di prevedere una rotatoria all’intersezione delle strade, come proposto dalla Circoscrizione 8^, mantenendo invariato l’impianto semaforico esistente tra via A. Da Legnago, via Montorio, via Montelungo e via Belvedere.

Sono previsti tre isolati residenziali intersecati da percorsi pedonali e da episodi di verde. Le tipologie edilizie proposte sono case singole, bifamiliari e a schiera di massimo due piani di altezza. Il disegno proposto è caratterizzato dalla realizzazione di un parco urbano di circa 10.000 mq. che interessa anche l’ampia area comunale sita a confine con la lottizzazione limitrofa. Lungo l’asse longitudinale del parco si snoda una pista pedonale che si raccorda al marciapiede interno di lottizzazione e al belvedere orientato ad est verso il castello di Montorio. La Superficie Territoriale Reale (STR) complessiva rilevata in sede di PUA è pari a 30.120 mq., di cui 22.610 mq. di proprietà privata e 7.510 mq. di proprietà comunale.

La Superficie Utile Lorda (SUL) residenziale è di 3.570 mq. ed è elativa a 15 unità immobiliari per un numero di 54 abitanti teorici. Con il PUA viene garantito il pieno soddisfacimento dello standard dovuto (mq. 6.419,17 a fronte di mq. 1.620 di norma), viene garantita la quota di VS pari a mq. 11.878 di cui mq. 10.819,80 in cessione (parco e viabilità) e mq. 1.073,33 a verde di mitigazione. Vengono altresì urbanizzate aree comunali per mq. 4.635,94 e nell’ambito viene prevista la piantumazione solamente di 193 alberi e 284 arbusti a fronte dei 695 elementi previsti da norma. In sede di convenzione verrà corrisposta la monetizzazione di n. 502 alberi e n. 411 arbusti, per un importo complessivo di Euro 60.152,00 mentre il preventivo di spesa per le opere di urbanizzazione ammonta ad un importo di Euro 678.840,40 di cui Euro 611.567,93 saranno a scomputo degli oneri di urbanizzazione.

Per quanto attiene il contributo di sostenibilità previsto nell’accordo di pianificazione per l’attuazione del PUA in oggetto, pari ad Euro 285.000, ad oggi la ditta proponente risulta in regola con il pagamento delle rate del contributo stesso.

Per quanto riguarda il PUA in oggetto ricordiamo che in data 07.03.2018 il Consiglio di Circoscrizione 8^ ha trasmesso parere contrario con la seguente motivazione: “pericolosità per motivi di sicurezza viabilistica dell’accesso di entrata e di uscita dalla lottizzazione del progetto proposto“: il progetto prevedeva infatti l’accesso alla lottizzazione in prossimità dell’impianto semaforico di Belvedere, creando un interferenza sull’incrocio tra Via A. Da Legnago/Via Montorio, Via Belvedere e Via Montelungo.

In data 02.07.2018 è pervenuto un secondo parere contrario del Consiglio di Circoscrizione 8^ con la seguente motivazione: “si chiede sia realizzata una rotonda per l’accesso alla nuova lottizzazione, in corrispondenza dell’attuale incrocio tra Via A. Da Legnago, Via Belvedere, Via Montorio e Via Montelungo, per agevolare l’ingresso e l’uscita viabilistica e per motivi di sicurezza in particolare per la ciclo-pedonale già esistente“.

In merito a tale ultimo parere si precisa che la previsione di una rotatoria all’incrocio tra le vie era già stata valutata negativamente dalla ditta che ha redatto apposito screening viabilistico depositato in data 21.05.2019, che così riporta: “L’ambito di intervento del PUA […] prevede un nuovo carico insediativo basso e scarsamente influente sia per la viabilità con flusso maggiore su Via A. Da Legnago e via Montorio, sia per la viabilità con flusso minore su via Belvedere. Si è pertanto esclusa la realizzazione di una rotatoria, in quanto risulterebbe di piccole dimensioni e decentrata rispetto l’asse viario principale (via Montorio – A. Da Legnago), rallentando il flusso  viabilistico, rendendo complessa la manovra per i mezzi pesanti apportando più svantaggi che vantaggi all’attuale soluzione viabilistica, visto anche il basso flusso in immissione da via Belvedere e via Montelungo. Pertanto alla luce di queste osservazioni si è provveduto ad innestare la nuova strada di PUA di accesso alla lottizzazione da via A.Da Legnago allontanando di qualche metro l’accesso attuale dall’impianto semaforico esistente, migliorando e regolarizzando la fruibilità sia in uscita che in entrata […]”. La soluzione viabilistica sopra descritta, adottata dalla Ditta, ha avuto il nulla osta da parte della Direzione Traffico (parere PG 191092/2018).

Dopo l’adozione del PUA da parte della Giunta adesso la parola passa alla Commissione Regionale VAS che dovrà esprimere il parere circa la verifica di assoggettabilità a VAS, o la VAS, che qualora richiesta, è presupposto per l’approvazione del PUA.

 

Alberto Speciale

           

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.