L’iscrizione sepolcrale di Donato Fiorio nella chiesa di Sant’Agostino fuori porta Vescovo


L’iscrizione sepolcrale sull’Annuario Zenoniano 2018

Donato Fiorio muore il 5 settembre 1503. Qualche giorno prima il 25 agosto espresse la volontà di essere sepolto «in ecclesia Sancti Augustini extra portam Episcopi ante altare maius dicte ecclesie» e che i tre fratelli, in qualità di eredi, facessero costruire «in dicta ecclesia Sancti Augustini ante altare maius unum monumentum honorabile», per il quale non dovevano essere spesi meno di 25 ducati (ASVr, UR, Testamenti, m. 95, n. 182, 1503 agosto 25).

Qualche cenno sulla famiglia si legge in Torresani, BCVr, ms. 808, I, pp. 132-133; utile anche il testamento del padre di Donato, Giacomo di Donato (nella sua veste finale in ASVr, UR, Testamenti, m. 74, n. 189, 1482 lugglio 18)

Ecco nella foto seguente l’iscrizione sepolcrale (40 x 74,3 cm) dimensioni incisa su marmo Rosso ammonitico veronese

Florida que vere stirps
florida protulit. Atro
Donati hoc clausum
marmore corpus inest.
Annua donavit quia
structo dona sacello
Donato donat dona
superna Deus. MCCCCCIII
obiit die quinto septembris.

 «La stirpe Fioria, che è veramente fiorente, lo generò. Chiuso in questo atro marmo sta il corpo di Donato. Poiché, costruito il sacello, donò doni ogni anno, ora Dio dona a Donato doni celesti. Morì il 5 settembre 1503.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.