Colata di cemento a Montorio ?


Dopo l’allarme lanciato da parte del Comitato Fossi di Montorio con la mail Inviata al giornale “L’arena” che abbiamo pubblicato QUI,

il Comitato Fossi Montorio ci invia una mail accorata con preghiera di divulgazione.

Trattandosi del futuro del “nostro” territorio Montorioveronese.it come sempre sensibile a questi temi, non poteva esimersi dal divulgare la notizia.


 

Via libera alla speculazione.

Ieri sera il consiglio di circoscrizione ha dato il via libera alla cementificazione nell’ottava circoscrizione e in particolare a Montorio. La riunione è iniziata con 45 minuti di ritardo, per una riunione della maggioranza,  e si è protratta fino alle 2 di notte in una sala rovente in tutti i sensi. Presenti oltre a tutti i consiglieri e il presidente dell’ottava anche gli assessori Corsi e Giacino, il tecnico del Comune e anche un nutrito numero di cittadini. Si sono illustrati tutti i punti del piano d’intervento che riguardano il nostro territorio.A Montorio si prevedono circa 50.000 metri quadrati di nuove costruzioni vale a dire, se ipotizziamo un appartamento di 100mq, 500 nuovi appartamenti. Le zone: capannoni Bianconi, area Zambaldo, via Casaletto, Via dei Platani e Garofani, campi sportivi, area sapel, area via dei Tigli vicino all’ area PEP.

Ma quali sono le motivazioni per uno scempio di queste proporzioni? Il Comune di Verona ha previsto una tassa di 100 euro per ogni metro quadro costruito valutando così un introito di almeno 5.000.000 di euro per Montorio. Questi soldi verranno spesi per le manutenzioni e opere pubbliche. Siamo veramente sicuri che sia un affare? Io penso proprio di no. Noi paghiamo le tasse e l’amministrazione pubblica è da lì che deve ricavare il denaro per le opere e non con questi traffici che favoriscono solo i “predoni del territorio”. La nostra qualità della vita è in pericolo poichè si vuole trasformare una frazione come Montorio, ma anche Mizzole in un quartiere anonimo e senza storia. Tutte le nostre bellezze naturali e storico artistiche vengono minacciate e anche le nostre attuali case perderanno significativamente valore mancando un fattore importante come la qualità della vita. Poi si chiederanno nuove strade si intuberanno i corsi d’acqua e la sparizione della ridente frazione di Montorio è assicurata facendola diventare un quartiere qualunque della periferia di Verona. Il Comitato Fossi di Montorio da più di 25 anni cerca di difendere il territorio e per questa nuova battaglia è disposto a mettere in campo tutte le sue forze e chiede ai cittadini di partecipare ad una assemblea che si terrà a settembre per discutere del futuro di Montorio e per chiedere ai nostri amministratori di ragionare sulle scelte che segneranno profondamente la storia , la vita e la bellezza del nostro territorio. La vita è ottimista ci riprova sempre!

Claudio Ferrari

Presidente Comitato Fossi Montorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.