Corsi d'acqua con ampie chiazze di vegetazione e rifiuti



Abbonante crescita algale nei fossi: inquinamento o poca manutenzione?

 

alghe trivellin2In questi giorni ci sono arrivate alcune segnalazioni di grosse chiazze di vegetazione presenti nei fossati. Sono arrivate alcune foto che mostrano la folta vegetazione degli alvei che raggiunge la superficie dell’acqua andando a ricoprire aree molto vaste.
Il fenomeno è particolarmente vistoso sulla fossa Murara, in prossimità del Ponte Trivellin e particolarmente antiestetico, per la presenza di rifiuti adagiati sopra la massa di vegetazione. Ma è presente anche sul Fiumicello in via Laghetto Squarà e sulla fossa Cozza nel punto in cui il fossato si immerge per passare sotto il torrente Squaranto (zona di via Laghetto Squarà).

Una domanda sorge spontanea: questo fenomeno è la conseguenza di una crescita di alghe piuttosto consistente a causa, per esempio, di un eccessivo afflusso di elementi nutrienti presenti nell’acqua (in particolare una sovrabbondanza di nitrati e fosfati) o si tratta più semplicemente di una mancanza di buona manutenzione e diserbo dei fondali dei fossi?

Purtroppo non disponiamo di molte informazioni relativamente ai dati chimici delle acque. I risultati delle analisi predisposte dall’Istituto “Enrico Fermi” negli anni 2003 e 2004, contenuti nella pubblicazione “Le acque di Montorio … un patrimonio da conoscere” del Comitato Fossi di Montorio, riportano livelli di nitrati molto bassi e quantità di fosfati variabili a seconda dei periodi e degli anni di riferimento dovuti presumibilmente alla presenza di detersivi e concimi agricoli. Ma è pur vero che questi dati sono ormai obsoleti.

Ricordiamo, invece, che l’ente preposto alla manutenzione e interventi di pulizia degli alvei, delle rive e del controllo dei livelli delle acque per tutti i corsi d’acqua a Montorio è il Consorzio Alta Pianura Veneta (C.A.P.V.).Mettere recapiti o link al sito
Il Consorzio opera, sul territorio di propria competenza, attraverso programmi predisposti mensilmente, che sono disponibili sul portale internet dell’ente di Bonifica. La redazione di www.montorioveronese.it ha analizzato le schede manutentive del periodo gennaio – agosto 2013, per l’unità territoriale omogenea n. 1 del fiume Fibbio. Di seguito l’elenco degli interventi eseguiti sul nostro territorio dagli operatori del C.A.P.V.:

 

Gennaio
02/01: Controllo dei livelli e regolazione paratoie del sistema Fibbio eseguita da operatore.
14/01 – 25/01: Diserbo del fondo delle fosse Murara e Zenobria nel tratto ciclopedonale del Comune di Verona (strada Comun) – Mezzo: escavatore Bob Cat 442
Maggio
27/05 – 31/05: Diserbo delle rive della Fossa Bocca Leona in Comune di Verona – Mezzo: escavatore Bob Cat 435
29/05 – 31/05: Diserbo del fondo della Fossa Bocca Leona in Comune di Verona – Mezzo: escavatore Bob Cat 442, manutenzione
02/05 – 10/05: Diserbo a mano canali vari zona di Montorio – numero 4 operatori
Giugno
03/06 – 38/06: Diserbo a mano canali vari zona di Montorio – numero 4 operatori
Luglio
01/07 Diserbo del Fondo del Fosso Ingozzo in Comune di Verona. Mezzo: escavatore Bob Cat 442
02/07 – 05/07 Diserbo del fondo della Fossa Cozza in Comune di Verona. Mezzo: escavatore Bob Cat 442
30/07 – 31/07 Diserbo del fondo Laghetti Squarà e Fontanon in Comune di Verona. Mezzo: motobarca
25/07 – 31/07 Diserbo rive fossa Cozza in Comune di Verona: Mezzo: Trattore Landini 105 e Trattore Landini 145
01/07 – 31/07 Diserbo a mano canali vari zona Montorio – numero 2 operatori
Agosto
01/08 -30/08 Diserbo a mano canali vari zona Montorio – numero 3 operatori

Questi dati dimostrano oggettivamente che l’intervento di pulizia dei fossi da parte del personale del Consorzio Alta Pianura Veneta a Montorio non è certo mancato, trattandosi di una rete di canali e corsi d’acqua vasta e capillare.

Rimane quindi il dubbio che, data la vastità della rete di canali e corsi d’acqua, gli interventi non siano comunque sufficienti o che le condizioni meteorologiche particolarmente piovose della primavera passata o la presenza di nitrati ed inquinanti abbiamo favorito una crescita abnorme delle alghe.

 

La redazione di www.montorioveronese.it esorta ciascuno di noi ad essere vigile ed attento, consapevole della ricchezza del patrimonio naturale in cui vive. Patrimonio che è di tutti, fonte di benessere e ricchezza.
Dobbiamo soprattutto far crescere in noi il senso di appartenenza ad una comunità che se è ben curata per gli altri lo è anche per noi. Aiutiamo dunque gli organismi istituzionali preposti alla tutela e manutenzione del nostro ambiente naturale, garantendo la nostra presenza attiva e partecipata e avendo anche il coraggio di rendere palesi e segnalare gli atti di inciviltà di chi ancora oggi si ostina a gettare nei fossi rifiuti di ogni genere.

 

alghe fossa cozza 3

 

alghe fossa cozza

 

 

 

 

alghe setteponti

 

alghe squara1

 

alghe squara2

 

alghe squara3

 

alghe trivellin

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.