Esondazione: priorità alla sicurezza idraulica



esondazione 2013Conte – Assessore Regionale all’Ambiente: “Per noi la sicurezza idraulica una priorità”. Ma del bacino di laminazione per il torrente Squaranto al momento nessuna traccia

 

18 dicembre 2013

 

Si riportano di seguito comunicati stampa della Regione Veneto riportanti informazioni riguardanti la realizzaizone di opere per la sicurezza idraulica nel territorio del Veneto. Per il momento non c’è niente che riguarda il Torrente Squaranto

 

 

VIA LIBERA ALLA REALIZZAZIONE DELL’INVASO A COLOMBARETTA
Comunicato stampa N° 2503 del 17/12/2013
(AVN) – Venezia, 17 dicembre 2013

La giunta regionale ha espresso giudizio di compatibilità ambientale favorevole per i lavori relativi alla realizzazione di un‘opera di invaso sul torrente Alpone in località Colombaretta, fra Montecchia di Crosara e Monteforte d’Alpone (Verona), approvandone nel contempo il progetto definitivo ed autorizzandone la realizzazione, anche sotto l’aspetto paesaggistico. Lo comunica l’assessore regionale alla difesa del suolo e all’ambiente Maurizio Conte che è stato relatore del provvedimento nel corso dell’ultima seduta di giunta.

“La sicurezza idraulica – commenta Conte – è per noi una priorità. Dopo aver sottoscritto un’intesa per quanto riguarda gli espropri dei terreni agricoli, stiamo procedendo il più speditamente possibile alla realizzazione dei primi bacini di laminazione previsti nell’ambito del più generale piano per la mitigazione del rischio idraulico nel territorio veneto. Per quello di Caldogno i lavori sono stati già consegnati, dopo l’aggiudicazione. A questo si affiancherà l’adeguamento dei bacini demaniali di Trissino e Tezze di Arzignano relativi al corso dell’Agno-Guà, intervento per il quale è in corso la procedura d’appalto. Anche l’invaso in località Colombaretta rientra fra quelli già finanziati per i quali ora è avviata la procedura d’appalto”.

Essendo l’area oggetto dell’intervento parzialmente ricadente all’interno della fascia degli ambiti di tutela, sulla documentazione progettuale è stato acquisito anche il parere favorevole della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Conclusa l’istruttoria tecnica, la Commissione Regionale V.I.A. ha espresso a novembre parere favorevole di compatibilità ambientale sul progetto e, dopo l’esame degli elaborati sotto il profilo tecnico ed economico per una spesa complessiva di 12.700.000 euro e del cronoprogramma degli interventi, ha dato il via libera all’approvazione e all’autorizzazione alla realizzazione dell’intervento. In precedenza anche la Giunta Provinciale di Verona aveva espresso parere favorevole con prescrizioni di compatibilità ambientale per l’intervento. Giunge ora, a conclusione dell’iter, il provvedimento di approvazione della giunta regionale.

 

 

AMBIENTE: ARIA, RIFIUTI, CAVE, DIFESA IDROGEOLOGICA. CONTE: UN ANNO DI RISULTATI
Comunicato stampa N° 2468 del 13/12/2013

[…]

L’alluvione di ottobre-novembre 2010 – ha aggiunto Conte – ha messo in evidenza le criticità per quanto riguarda la sicurezza idraulica. La Regione, in collaborazione con prof. D’Alpaos, ha predisposto un piano complessivo delle azioni e degli interventi di mitigazione del rischio idraulico e geologico per un importo di 2 miliardi e 732 milioni di euro. Il piano prevede anche una decina di casse di espansione. Per Conte servirebbe il commissariamento per accelerare le opere, ma pur in regime ordinario la Regione ha sottoscritto un’intesa sulle compensazioni per quanto riguarda gli espropri dei terreni agricoli, che facilita la realizzazione dei lavori. Per il bacino di laminazione di Caldogno i lavori sono stati già consegnati, dopo l’aggiudicazione. A questo si affiancherà l’adeguamento dei bacini demaniali di Trissino e Tezze di Arzignano relativi al corso dell’Agno-Guà, intervento per il quale è stato effettuato l’appalto. Già finanziati sono anche gli interventi per il bacino di Fonte di Riese (Treviso) sul Muson dei Sassii, per i bacini di San Lorenzo a Soave (Verona) e della Colombaretta fra Montecchia di Crosara e Monteforte d’Alpone (Verona), per i quali sono state avviate le procedure di gara.

[…]

 

 

Fonte informazioni: www.regioneveneto.it

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.