Servizi internet banda larga. Disponibili 16 milioni



16 milioni per offrire servizi a banda larga nei territori che soffrono un divario digitale. Anche a Montorio?

 

Circa un anno fa il territorio di Montorio è rimasto escluso dall’accordo tra il Comune di Verona e Fastweb per la realizzazione della nuova rete Fiber to the Cabinet, che ha portato “internet veloce” a banda larga in gran parte del territroio comunale:

 

29 marzo 2013 – Accordo Comune di Verona e Fastweb per la realizzazione della nuova rete Fastweb. L’8^ Circoscrizione esclusa. Appello contro il digital divide

 

11 settembre 2013 – Arriva o non arriva la fibra ottica Fastweb a Montorio? Questo è il dilemma!

 

Ora forse con questo finanziamento finalmente anche il nostro territorio potrà usufruire di questo servizio. Il comunicato, che si riporta integralmente di seguito, recita: “E’ un passaggio importante per conseguire la totale copertura del territorio regionale”. Rimaniamo in vigile attesa nella speranza di avere dai nostri amministratori, a breve, la lieta notizia dell’arrivo della banda larga. 

 


 

bandalargaSVILUPPO DELLA BANDA LARGA. ZORZATO: PRONTI ALTRI 16 MLN. DI EURO. FINANZIATO L’ACCESSO ALL’ULTIMO MIGLIO ALLA RETE


Comunicato stampa N° 307 del 05/02/2014


(AVN) – Venezia, 5 febbraio 2014

 

“Un provvedimento che dà concreta attuazione alle previsione della nostra Agenda Digitale del Veneto, per avere un Veneto più moderno e tecnologicamente più avanzato”. Così il vicepresidente della Regione e assessore all’informatizzazione, Marino Zorzato, rende nota la recente adozione di una deliberazione, presentata di concerto con il collega assessore Roberto Ciambetti, con la quale si approva la convenzione operativa per lo sviluppo della banda larga, in attuazione di uno specifico accordo di programma con il Ministero dello Sviluppo Economico.

 

“Con questa convenzione operativa – spiega Zorzato – vengono messi a disposizione 16 milioni di euro complessivi, per metà sui fondi FESR e per metà cofinanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico. e saranno utilizzati per progetti di investimento effettuati dagli operatori di telecomunicazioni, al fine di offrire servizi a banda larga nei territori che soffrono un divario digitale tramite lo sviluppo del tratto di accesso, ‘Last Mile’, selezionati attraverso procedure d’appalto e nel rispetto della neutralità tecnologica, riducendo in tal modo l’isolamento fisico e geografico delle zone più marginali. E’ un passaggio importante per conseguire la totale copertura del territorio regionale, perché finanziando anche l’ultimo miglio della rete a fibra ottica supportiamo una tipologia di intervento generalmente considerata poco appetibile sul piano commerciale dagli operatori privati”.

 

L’importo rientra nell’ambito di uno stanziamento complessivo di circa 30 milioni di euro finanziati da diverse fonti europee, nazionali e regionali, che va ad aggiungersi ai 40 milioni già stanziati in precedenza, portando a 70 milioni l’impegno finanziario per la diffusione della banda larga. Di quest’ultimo pacchetto, 14 milioni di euro del Fondo Europeo per lo Sviluppo Agricolo (FEASR) sono stati destinati alla realizzazione di interventi di stesura di fibra ottica in aree rurali. Gli altri 16 milioni di euro sono quelli attivati con il provvedimento appena approvato dalla giunta veneta, che va a completare l’azione finora avviata per l’abbattimento del “digital divide”, attraverso bandi per la realizzazione di progetti di investimento effettuati dagli operatori di telecomunicazione per l’attivazione del servizio nell’ultimo miglio, secondo le necessità del territorio regionale aggiornate e integrate progressivamente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.