L'Arena – 13/02/14 : Scuola di Mizzole: i bimbi fanno il compost



Progetto “Conosciamo il nostro territorio ed impariamo a rispettarlo”

 

L’Arena 13 Febbraio 2014

orto scuole mizzole feb14

I rifiuti come risorsa I bimbi fanno compost

 

Alla scuola d’infanzia di Mizzole, in collaborazione con Amia

 

Una scuola che vuole sensibilizzare i bambini al valore della natura e al rispetto dell’ambiente, dedicando parte del guardino alla coltivazione di un orto. Succede nella scuola dell’infanzia Agazzi, di Mizzole, parte dell’Istituto comprensivo 17 della Val Squaranto. «Lo scorso anno è partito il progetto “Io, tu, noi e l’ambiente”, in cui si prevedeva, con l’intervento della Coldiretti, dell’ottava circoscrizione e l’aiuto dei genitori, l’allestimento di un orto per la coltivazione di semplici ortaggi», spiegano le insegnanti Bruna Bassi e Nadia Bortolameazzi, «quest’anno il progetto prosegue e si sviluppa: “Conosciamo il nostro territorio ed impariamo a rispettarlo”, considerando sia la conoscenza storico-geografica del paese che un’attenzione rispettosa verso quest’ultimo, anche attraverso la riflessione sui nostri gesti quotidiani di riutilizzo e gestione dei rifiuti.L’idea che vogliamo trasmettere ai bambini è che ogni rifiuto può essere considerato una risorsa, partendo da un’attenta educazione alla differenziazione dell’oggetto che ora non ci serve più, ma trasformato potrà tornarci utile». Da qui è venuta naturale l’idea di chiedere all’Amia una compostiera, che ci permetta di realizzare il compost utile per l’orto. Presto fatto. Ieri il presidente dell’Amia, Andrea Miglioranzi, ha consegnato personalmente l’attrezzatura che ora fa parte delle risorse a disposizione della scolaresca. «L’attività di compostaggio oltre a rivalutare i residui organici prodotti, riprende un po’ il mondo lontano dei nostri nonni, quando il rifiuto veniva raccolto tutto insieme e appena compiuto il processo naturale di trasformazione, veniva riutilizzato per accrescere la fertilità della terra», ricorda Miglioranzi. «Tra gli obbiettivi principali che si è posta la nostra azienda c’è l’incentivazione della raccolta differenziata ed il riciclaggio dei rifiuti, che si concretizza proprio attraverso la vostra esaltante iniziativa di cui ringrazio voi bambini. Sentiamo sempre più il bisogno di formare un’autentica e sostenibile cultura ambientale, e con il contributo consapevole e decisivo di ciascuno di noi contro lo spreco eia disper sione delle risorse, tutto diventa fattibile». «Il dovere di far capire che un’ attenta differenziata ci porta al vero recupero e riutilizzo di ciò che buttiamo», concludono le insegnati, che per completare il percorso didattico, organizzeranno anche una visita al Centro di selezione rifiuti da raccolta differenziata di Palesella di Cerea, dove si vedrà una tappa del viaggio del rifiuto: dal sacco appena scaricato dal camion, allo smistamento manuale, alla preparazione dei cubi che andranno poi agli impianti di riciclaggio.

 

E.inn.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.