Esondazione e bilancio regionale di previsione 2014



Il PD propone un piano straordinario per la difesa idrogeologica. Intervenire con urgenza sul Fibbio – Squaranto

 

 

esondazione 2013

I Consiglieri Regionali Franco Bonfante e Roberto Fasoli nei giorni scorsi hanno illustrato le proposte del gruppo consiliare del PD veneto che intendono modificare lo schema del Bilancio di previsione 2014 della Regione, con emendamenti che riguardano in particolare Verona e la Sua Provincia.

TRe le modifiche anche un Piano straordinario per la difesa idrogeologica.

Il PD ritiene prioritario un intervento in questo settore, anche a seguito delle ripetute esondazioni e frane che hanno interessato il nostro territorio a partire dal 2010.
A tal fine propone di investire 130 milioni nel 2014 e almeno 50 milioni per ogni anno successivo per complessivi 10 anni.
All’interno di tali somme occorre intervenire con urgenza nella zona dell’Est e del Basso veronese (Squaranto-Fibbio, Mezzane, Tramigna, Chiampo, Agno-Gua’, Fratta-Gorzone, Terrazzo, ecc…) con bacini di laminazione ed altre opere di salvaguardia e manutenzione, sulla base di progetti da tempo predisposti od in fase di completamento che attendono solo di poter essere finanziati.

 

 

Corriere di Verona – 05 Marzo 2014

 

Le idee dei consiglieri democratici

 

Rischio inondazioni, stop a Ca del Bue e fondi per anziani Bilancio regionale, le proposte del Pd per Verona

 

[…]VERONA — Più soldi contro il rischio d’inondazioni (che anche di recente ha duramente colpito la Bassa veronese). Sblocco dei finanziamenti alle strutture per anziani autosuffidentì. E 50 mila euro per un progetto di riconversione di Ca’ del Bue, mettendo una pietra sopra all’ipotesi del nuovo inceneritore. Sono queste alcune delle proposte di modifica al bilancio di previsione per il 2014 della Regione Veneto, presentate ieri mattina dai consiglieri regionali del Pd Franco Bonfante e Roberto Fasoli. Bonfante ha sottolineato m particolare la proposta di un nano straordinario contro le ripetute esondazioni e frane che dal 2010 colpiscono, anno dopo anno, zone che vanno da Terrazzo alla zona dello Squaranto (Montorio), da Mezzane all’area del Tramigna e via dicendo. A questo scopo, la proposta alla giunta Zaia è quella di investire subito 130 milioni, prevedendo poi una spesa di 50 mflioni Fanno in questo settore.[…].

 

Fonte informazioni:

www.corriere.it

www.francobonfante.it

www.tgverona.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.