L'Arena – 25/03/14 : Bilancio Regionale



90 milioni per il rischio idrogeologico. Anche per Montorio?

 

L’Arena 25 Marzo 2014

esondazione disegno

Arena, mostre, sociale «Più finanziamenti alla nostra città»


Il Pd sul bilancio della Regione Arena, mostre, sociale «Più finanziamenti alla nostra città»

 

VERONA — II bilancio regionale del 2014, approvato dopo dieci sedute e caratterizzato da tensioni notevoli inteme alla maggioranza, è stato «un’occasione persa», secondo i consiglieri regionali veronesi del Pd Franco Bonfante e Roberto Fasoli. Ciò nonostante, i due ritengono di aver ottenuto «risultati significativi» con i propri emendamenti, che si quantificano in stanziamenti aggiuntivi per Verona di almeno Scornila euro. Nel dettaglio, c’è stato un aumento cospicuo dei fondi per il rischio idrogeologico, da 50 a 90 milioni: ora si tratterà di far sì che parte di quei soldi vengano utilizzati per finanziare opere nel Veronese: dall’Est, alla Bassa a Montorio (messa in sicurezza del torrente Squaranto- Fibbio). Sul sociale, il Pd a far aumentare gli stanziamenti di 15 milioni, riportandoli sul livello dello scorso anno: per Verona gli effetti si sentiranno per il finanziamento dei progetti relativi al Banco Alimentare (7omila euro), alla fondazione per il Pancreas (2omila euro), contributi per la formazione lavoro di ciechi, sordi e diabetici, per l’inserimento sociale dei carcerati. Sul fronte della Cultura, sono passate le proposte del Pd per un contributo straordinario alla fondazione Arena (assieme alla Fenice di Venezia) per un totale di 600 mila euro, per le mostre su Paolo Veronese (su Verona arriveranno circa i5omilaeuro), alla fondazione Aida nell’ambito dei teatri stabili di innovazione (30 mila euro), oltre a un nuovo contributo al museo dei Fossili di Bolea (loomila euro). Aumentato a 25omila euro, rispetto ai 5omila iniziali, il fondo per la prevenzione del crimine organizzato e mafioso. Tra le «note negative» che il Pd non è riuscito a correggere: cinque milioni di euro mancanti per le borse di studio e nessun contributo aggiuntivo (rispetto alle risorse statali) al trasporto pubblico.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.