P.I. – Variante n. 24 – Proposta di nuovo Centro Commerciale a Ponte Florio


Variante 24: individuazione AREE COMMERCIALI ai sensi art. 18/c1 e 21/c1 della LR 50/2012 

Piano degli Interventi – Proposte di Variante 

DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni
da parte delle pubbliche amministrazioni.
Art. 39, Comma 2 – Trasparenza dell'attivita' di pianificazione e governo del territorio Modificato con D.lgs 97/2016 e vigente dal  23.06.2016

Il comune di Verona ha pubblicato la documentazione relativa ai procedimenti di trasformazione urbanistica in variante al prg vigente di iniziativa pubblica o privata, riassunti nella seguente tabella:

 

Procedimento

   Tipo di iniziativa

Note

 

Variante 23

 

Pubblica

La Variante 23 – Rimodulazione del dimensionamento al Piano degli Interventi è già stata oggetto di analisi per quanto riguarda la situazione a Montorio, Mizzole e Ponte Florio.

Link: Piano degli Interventi – Variante n. 23 per Montorio, Ponte Florio e Mizzole – 24 ottobre 2016

La Variante n. 23 è stata bocciata dal Consiglio Straordinario della Circoscrizione VIII che si è tenuto il 02 novembre 2016

Link: Piano degli Interventi – Variante bocciata dal Consiglio di Circoscrizione VIII 

 

 

Variante 24
individuazione AREE COMMERCIALI ai sensi art. 18/c1 e 21/c1 della LR 50/2012

 

 

Pubblica

Delibera di Giunta n. 361/2016 del 14 settembre 2016: "URBANISTICA – VARIANTI ALLO STRUMENTO URBANISTICO COMUNALE PER AREE COMMERCIALI DESTINATE A MEDIE STRUTTURE DI VENDITA, AI SENSI DELL'ART. 18 TER DELLA L.R. 11/2004 INTRODOTTO CON L.R. 16/03/2015 N. 4, ART. 3 COMMA 1 – CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE RICHIESTE DI INDIVIDUAZIONE IN VARIANTE AL PI.

Sulla base della Delibera sopra indicata è stata presentata con Protocollo n. 0320466/2016 del 03/11/2016: Proposta di manifestazione di interesse per l'inserimento nel Piano degli Interventi di un'area commerciale per la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie fino a mq 1500 in via Da Legnago

L'elenco completo delle proposte è disponibile al seguente link: Elenco proposte variante ai sensi dell'art. 18-ter L.R. 11/2004

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VARIANTE N. 24

Proposta di manifestazione di interesse per l'inserimento nel Piano degli Interventi di un'area commerciale per la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie fino a mq 1500 in via Da Legnago

Protocollo n. 0320466/2016 del 03/11/2016. Proposta di manifestazione di interesse per l'inserimento nel Piano degli Interventi di un'area commerciale per la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie fino a mq 1500 in via Da Legnago

Inquadramento Territoriale

L'area attualmente è agricola coltivata a vigneto e si colloca tra il commerciale "Eurospin" e il Distributore di carburante ENI- AGIP in via Antonio da Legnago.

Nella mappa che segue l'area di interesse è indicata con il colore rosso.

Scarica la documentazione

area_commerciale_ponte_florio_inquadramento

Dati della richiesta

PROG

ATO

DATA

P.G.

RICHIEDENTE

TOPONIMO

OGGETTO

ESITO

6

7

11/03/16

320466

LAVARINI ARMANDO

via A. Da Legnago

Richiesta di variante ai sensi dell'art. 18 ter della L.R.V.11/2004 per l'individuazione di area commerciale in variante al P.I. destinata a media struttura di vendita

 

 


Una proposta di manifestazione di interesse è stata inoltre presentata in Valpantena tra Poiano e Quinto, come indicato nella tabella che segue

PROG

ATO

DATA

P.G.

RICHIEDENTE

TOPONIMO

OGGETTO

ESITO

1

7

09/04/2015

102302

FRAC SRL

via Valpantena

Richiesta di trasferimento dell'esistente attività di vendita al dettaglio di prodotti alimentari e non in altra area di proprietà della ditta con riconoscimento di media struttura di vendita inferiore ai 1500 mq in variante al PI ai sensi e per gli effetti dell'art.3 della LR 4/2015.

 

 

  Link: Il Piano degli Interventi a Montorio e dintorni. (Tutto il materiale pubblicato su montorioveronese.it)


L'Arena di Verona domenica 20 novembre 2016

URBANISTICA. Modifica al piano interventi 

Una nuova variante. Sei centri di venditadi medie dimensioni

Pd e Si: «Ma dopo tanto cemento il Comune dia un segnale diverso»

Sei progetti di medie strutture di vendita, con superficie fino a 1.500 metri quadrati, circa una quindicina di negozi tradizionali ciascuna. Mentre è aperta la variante urbanistica 22 al Piano degli interventi ed è in preparazione la 23, con un centinaio di progetti di riconversione di annessi rustici in collina e nel parco dell'Adige (per farne case, ristoranti, agriturismi), e altre costruzioni in centro e in Zai, spunta la 24. Con altre edificazioni. Dove? In zona delle circoscrizioni Terza (Borgo Milano), Quinta (Borgo Roma, Ca' di David) e Ottava (Montorio, Quinto). E parte già l'attacco politico, di Michele Bertucco, consigliere comunale del Pd, e di Giuseppe Campagnari, di Sinistra Italiana. «Dopo aver stipato Verona sud ed est, la costante di questo nuovo giro di cementificazione è l'occupazione di aree agricole e/o il cambio d'uso da abitativo a commerciale, laddove le previsioni delle precedenti versioni del Piano degli interventi erano fallite». Bertucco e Campagnari illustrano dati e collocazione dei nuovi edifici. Si parte da un capannone di 600 metri quadrati, nel piccolo polo commerciale all'ingresso di Quinto, «che si vuole spostare duecento metri più a valle, in un lotto agricolo di 21mila metri quadrati vicino al quale passerà la variante alla Strada provinciale 6 dei Lessini». Altro progetto a Ponte Florio, nei pressi di Montorio, tra il nuovo distributore e il polo artigianale, «occupando ottomila metri quadrati di suolo agricolo coltivato».Pd e Si segnalano poi che a Ca' di Cozzi, fra Ponte Crencano e Parona, nei pressi del previsto nuovo parcheggio scambiatore del filobus, «si vuole insediare un Lidl». Altre due proposte delle Elle Immobiliare su aree in corso Milano e in via Flavio Gioia, in Zai. Infine in Borgo Roma, in via Legnago-incrocio con via Imola. Questa variante, dopo l'adozione da parte della Giunta, resta pubblicata 10 giorni e ce ne sono 20 per osservazioni. Poi va in Consiglio. «Spetta ora all'Amministrazione esprimersi sulle richieste e dare, speriamo, un segnale in controtendenza». Su Facebook l'assessore all'urbanistica Caleffi dice: «Per ora la variante 24 non esiste. Quelle citate da Bertucco sono manifestazioni di interesse che i privati hanno presentato e subito pubblicate sul sito del Comune».E.G. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.