P.I. – Variante n. 24 – Proposta di nuovo Centro Commerciale a Ponte Florio


Variante 24: individuazione AREE COMMERCIALI ai sensi art. 18/c1 e 21/c1 della LR 50/2012 

Piano degli Interventi – Proposte di Variante 

DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni
da parte delle pubbliche amministrazioni.
Art. 39, Comma 2 – Trasparenza dell'attivita' di pianificazione e governo del territorio Modificato con D.lgs 97/2016 e vigente dal  23.06.2016

Il comune di Verona ha pubblicato la documentazione relativa ai procedimenti di trasformazione urbanistica in variante al prg vigente di iniziativa pubblica o privata, riassunti nella seguente tabella:

 

Procedimento

   Tipo di iniziativa

Note

 

Variante 23

 

Pubblica

La Variante 23 – Rimodulazione del dimensionamento al Piano degli Interventi è già stata oggetto di analisi per quanto riguarda la situazione a Montorio, Mizzole e Ponte Florio.

Link: Piano degli Interventi – Variante n. 23 per Montorio, Ponte Florio e Mizzole – 24 ottobre 2016

La Variante n. 23 è stata bocciata dal Consiglio Straordinario della Circoscrizione VIII che si è tenuto il 02 novembre 2016

Link: Piano degli Interventi – Variante bocciata dal Consiglio di Circoscrizione VIII 

 

 

Variante 24
individuazione AREE COMMERCIALI ai sensi art. 18/c1 e 21/c1 della LR 50/2012

 

 

Pubblica

Delibera di Giunta n. 361/2016 del 14 settembre 2016: "URBANISTICA – VARIANTI ALLO STRUMENTO URBANISTICO COMUNALE PER AREE COMMERCIALI DESTINATE A MEDIE STRUTTURE DI VENDITA, AI SENSI DELL'ART. 18 TER DELLA L.R. 11/2004 INTRODOTTO CON L.R. 16/03/2015 N. 4, ART. 3 COMMA 1 – CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE RICHIESTE DI INDIVIDUAZIONE IN VARIANTE AL PI.

Sulla base della Delibera sopra indicata è stata presentata con Protocollo n. 0320466/2016 del 03/11/2016: Proposta di manifestazione di interesse per l'inserimento nel Piano degli Interventi di un'area commerciale per la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie fino a mq 1500 in via Da Legnago

L'elenco completo delle proposte è disponibile al seguente link: Elenco proposte variante ai sensi dell'art. 18-ter L.R. 11/2004

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VARIANTE N. 24

Proposta di manifestazione di interesse per l'inserimento nel Piano degli Interventi di un'area commerciale per la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie fino a mq 1500 in via Da Legnago

Protocollo n. 0320466/2016 del 03/11/2016. Proposta di manifestazione di interesse per l'inserimento nel Piano degli Interventi di un'area commerciale per la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie fino a mq 1500 in via Da Legnago

Inquadramento Territoriale

L'area attualmente è agricola coltivata a vigneto e si colloca tra il commerciale "Eurospin" e il Distributore di carburante ENI- AGIP in via Antonio da Legnago.

Nella mappa che segue l'area di interesse è indicata con il colore rosso.

Scarica la documentazione

area_commerciale_ponte_florio_inquadramento

Dati della richiesta

PROG

ATO

DATA

P.G.

RICHIEDENTE

TOPONIMO

OGGETTO

ESITO

6

7

11/03/16

320466

LAVARINI ARMANDO

via A. Da Legnago

Richiesta di variante ai sensi dell'art. 18 ter della L.R.V.11/2004 per l'individuazione di area commerciale in variante al P.I. destinata a media struttura di vendita

 

 


Una proposta di manifestazione di interesse è stata inoltre presentata in Valpantena tra Poiano e Quinto, come indicato nella tabella che segue

PROG

ATO

DATA

P.G.

RICHIEDENTE

TOPONIMO

OGGETTO

ESITO

1

7

09/04/2015

102302

FRAC SRL

via Valpantena

Richiesta di trasferimento dell'esistente attività di vendita al dettaglio di prodotti alimentari e non in altra area di proprietà della ditta con riconoscimento di media struttura di vendita inferiore ai 1500 mq in variante al PI ai sensi e per gli effetti dell'art.3 della LR 4/2015.

 

 

  Link: Il Piano degli Interventi a Montorio e dintorni. (Tutto il materiale pubblicato su montorioveronese.it)


L'Arena di Verona domenica 20 novembre 2016

URBANISTICA. Modifica al piano interventi 

Una nuova variante. Sei centri di venditadi medie dimensioni

Pd e Si: «Ma dopo tanto cemento il Comune dia un segnale diverso»

Sei progetti di medie strutture di vendita, con superficie fino a 1.500 metri quadrati, circa una quindicina di negozi tradizionali ciascuna. Mentre è aperta la variante urbanistica 22 al Piano degli interventi ed è in preparazione la 23, con un centinaio di progetti di riconversione di annessi rustici in collina e nel parco dell'Adige (per farne case, ristoranti, agriturismi), e altre costruzioni in centro e in Zai, spunta la 24. Con altre edificazioni. Dove? In zona delle circoscrizioni Terza (Borgo Milano), Quinta (Borgo Roma, Ca' di David) e Ottava (Montorio, Quinto). E parte già l'attacco politico, di Michele Bertucco, consigliere comunale del Pd, e di Giuseppe Campagnari, di Sinistra Italiana. «Dopo aver stipato Verona sud ed est, la costante di questo nuovo giro di cementificazione è l'occupazione di aree agricole e/o il cambio d'uso da abitativo a commerciale, laddove le previsioni delle precedenti versioni del Piano degli interventi erano fallite». Bertucco e Campagnari illustrano dati e collocazione dei nuovi edifici. Si parte da un capannone di 600 metri quadrati, nel piccolo polo commerciale all'ingresso di Quinto, «che si vuole spostare duecento metri più a valle, in un lotto agricolo di 21mila metri quadrati vicino al quale passerà la variante alla Strada provinciale 6 dei Lessini». Altro progetto a Ponte Florio, nei pressi di Montorio, tra il nuovo distributore e il polo artigianale, «occupando ottomila metri quadrati di suolo agricolo coltivato».Pd e Si segnalano poi che a Ca' di Cozzi, fra Ponte Crencano e Parona, nei pressi del previsto nuovo parcheggio scambiatore del filobus, «si vuole insediare un Lidl». Altre due proposte delle Elle Immobiliare su aree in corso Milano e in via Flavio Gioia, in Zai. Infine in Borgo Roma, in via Legnago-incrocio con via Imola. Questa variante, dopo l'adozione da parte della Giunta, resta pubblicata 10 giorni e ce ne sono 20 per osservazioni. Poi va in Consiglio. «Spetta ora all'Amministrazione esprimersi sulle richieste e dare, speriamo, un segnale in controtendenza». Su Facebook l'assessore all'urbanistica Caleffi dice: «Per ora la variante 24 non esiste. Quelle citate da Bertucco sono manifestazioni di interesse che i privati hanno presentato e subito pubblicate sul sito del Comune».E.G. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.