Il castello è al buio


Il castello abbandonato: senza custode, senza società guida e ora senza luce…

L’erba è sempre più alta e la vegetazione infestante sta lentamente riprendendo gli spazi che le erano stati tolti. Sembra di essere tornati indietro di un quarto di secolo, quando il quotidiano L’Arena di Verona in un articolo, nel settembre 1995 scriveva: “Il Castello di Montorio. Da oltre un secolo totale abbandono”.

Speriamo che non si debba attendere così tanto tempo prima di rivedere in funzione e aperto al pubblico il maniero!

Ricordiamo che il castello, dopo i lavori di restauro è stato ufficialmente inaugurato dalle autorità il 12 aprile 2013 (”Cerimonia al Castello per fine lavori e soprattutto soldi”). In realtà gli ultimi lavori per la messa in sicurezza della rocca ovvero il cortile interno, non sono ancora stati eseguiti e ufficialmente quella parte dell’area non è mai stata aperta al pubblico, tranne in rare occasioni.

La fortezza scaligera è sempre più sola:

  • dal 2017 è senza custode e quindi anche la bastia ovvero lo spazio più esterno è chiuso al pubblico;
  • in questo ultimo periodo è scaduta la concessione novennale relativa all’area della Rocca, all’Associazione Due Valli e non sono previsti spettacoli per questa estate;
  • ora è arrivato anche il buio alla notte, sia lato Montorio (l’illuminazione sul lato est è stata installata a gennaio nel 2015), sia lato Verona.

Ricordiamo che il 24 dicembre 2018 era stato pubblicato un “avviso di Interesse” per il Castello, scaduto il 23 gennaio 2019, che aveva portato le associazioni del territorio a inviare una lettera con precise richieste al Comune di Verona.

Ad oggi, dopo 177 giorni dalla scadenza dell’avviso ancora tutto fermo. Un déjàvu, un ritorno al passato, quanto sul quotidiano L’Arena scrivevano: “Il Castello è anche bello ma a chi interessa? […] La sensazione è che di questo posto, non importi granché a nessuno.

Il castello, come il protagonista della canzone di Vasco Rossi, attende paziente: “Oggi voglio stare spento”.

Link correlati:

La storia del Castello di Montorio

Restauro del Castello di Montorio. Una triste storia. Tutto fermo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.