#iorestoacasa. Eravamo quattro amici al bar….


Diario di bordo di una comunità

Visto il grande successo dell’iniziativa abbiamo pensato di iniziare subito con la pubblicazione dei tanti frammenti di vita e pensieri che sono arrivati. I social aiutano a sentirsi più vicini, i libri tramandano e superano i limiti della fugacità del tempo; ecco perché abbiamo scelto di percorrere le due vie di comunicazione, per vivere la contemporaneità insieme e per lasciare traccia del nostro presente nel futuro.

Eravamo quattro amici al bar (prima del coronavirus)

 

Ciao, siamo un gruppo di coppie che ormai da più di un quarto di secolo si frequentano, più o meno assiduamente, con la massima libertà e per il piacere di stare insieme. 

Tra le coppie ormai si sono creati quei “legami incrociati” tra famiglie (una coppia è padrino/madrina di un figlio di una delle altre o addirittura testimone di nozze, e così via) tanto che si può veramente parlare di famiglia allargata!

Da qualche mese noi maschi avevamo “scoperto” un gioco di carte divertente e rilassante, il 31, e così più o meno quindicinalmente, ci trovavamo la sera a casa di una delle coppie “dove il campo era sgombro”  😉  a “gozzovigliare tra uomini”, passando qualche ora insieme, soprattutto prendendoci in giro a turno durante le partite a carte (cosa che poi si trascinava fino alla volta successiva).

Un vero spasso!

Foto di gruppo de "La compagnia del 31"

Foto di gruppo de “La compagnia del 31”

Poi ecco il COVID19!

Fine della giostra!

Passano i giorni, le settimane e come a tutti, il lockdown inizia a pesare.

A noi maschi manca anche quel momento in libertà e allegria “tra uomini”….


Foto della postazione di test

Test per verificare la postazione di gioco!

Ma non ci arrendiamo… 

Iniziamo a fare prove, esperimenti e tentativi….
La tecnologia ci da una mano (quasi sempre) e la fantasia non ci manca…

E finalmente troviamo il modo di giocare nuovamente a 31!

Così dopo quasi un mese di “sfide online”, eccoci qui, felici di essere riusciti a ritrovarci in questo piccolo spazio (anche se virtuale) per poter stare nuovamente insieme….

Certo, non è come essere lì di persona, ma le difficoltà tecniche e le “nuove situazioni” che si vanno a creare, aggiungono divertimento alle serate.

 

 


Foto della prima partita di 31 online

E finalmente si va online! Ecco la foto della prima partita di 31 virtuale.

Da quella sera, almeno una volta a settimana, ci “ritroviamo online” e dopo un brindisi virtuale e quattro “ciacole” per il resoconto della settimana, si comincia LA SFIDA a carte, “con il coltello tra i denti” e senza fare sconti a nessuno, con regole chiare e inevitabili discussioni…. ma soprattutto con la voglia di stare insieme e sfotterci a vicenda…

Amicizia è anche questo…

Noi ora, abbiamo una medicina in più:

“Un 31 in compagnia fa scordar la pandemia!”

IN BARBA AL CORONAVIRUS!!!

 


Montorio (e dintorni telematici) 1° maggio 2020 – da ElMinu per “La compagnia del 31”


#andratuttobene #iorestoacasa


Attendiamo tante altre storie via mail a montorioveronese (montorioveronese@gmail.com) con:
breve testo massimo (max 10 righe)
indicando data, luogo e nome di battesimo (per chi vuole anche cognome)
per chi vuole è possibile inviare anche foto di pagine scritte a mano purchè ben leggibili.


La voglia di fare ricerca e raccontare continua e non si ferma, per questo i lavori per la seconda edizione de “I quaderni della dorsale”, sono ripartiti con un’idea in più.
In un mondo dove tutto è insolitamente silenzioso c’è ancora tanta voglia di raccogliere per non disperdere non solo il passato ma anche questi momenti che rimarranno scolpiti nelle nostre vite.
L’idea è quella di fare una sorta di diario di bordo che vuole essere testimonianza del presente per il futuro. Un diario del paese dove ognuno può raccontare e condividere piccoli frammenti della propria quotidianità, pensieri, riflessione e immagini, insomma tutto ciò che pensiamo possa diventare memoria di questo momento. E’ un esercizio che noi giornalmente già facciamo affidando ai social piccoli pezzi della nostra vita, ma chissà come potrebbe essere rileggerli tra qualche anno custoditi tra le pagine di un libro.
Sono anche le piccole cose a raccontare la storia di una comunità, per questo pensiamo sia importante raccoglierle e per questo ci serve la partecipazione di tutti quelli che vorranno condividere con noi questa idea. Il materiale che arriverà verrà raccolto e diventerà il racconto della nostra comunità.
Chi vuole può inviare una mail a montorioveronese (montorioveronese@gmail.com) con:

breve testo massimo (max 10 righe)
indicando data e nome di battesimo (per chi vuole anche cognome)
per chi vuole è possibile inviare anche foto di pagine scritte a mano purchè ben leggibili.

A presto

La redazione dei quaderni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.