Seconda edizione de I quaderni della Dorsale: conosciamo gli autori – Antonella Fiori e Gianluca Franchi


Gli autori si presentano

Il numero di quest’anno è particolarmente ricco e restituisce alla comunità uno spaccato trasversale del passato e del presente, che abbraccia più generazioni e spazia lungo i confini dell’arte, della storia, dell’ambiente e della tradizione. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il prezioso lavoro di persone, che con il loro contributo hanno voluto condividere conoscenza ed esperienza.
Per questo pensiamo sia importante dare un volto a I quaderni, perché dietro ad ogni parola c’è una voce, una mente e un’anima che racconta. Conoscere chi abbiamo di fronte, aiuta ad aprirsi all’ascolto e a condividere esperienze. Ecco dunque che gli autori si presentano…

 

Antonella Fiori e Gianluca Franchi

 

Che strade avete percorso nella vostra vita?

I nostri studi universitari sono stati diversi: Scienze Geologiche per Gianluca, Materie Letterarie per Antonella. Siamo sposati, abbiamo due figli ed abitiamo nella bassa Valpantena. Gianluca ha la passione per la genealogia e per le ricerche d’archivio; Antonella ama scrivere ed osservare i comportamenti umani, sia del presente che del passato. Ci piace camminare, visitare, approfondire. Anche per questo collaboriamo con la nostra parrocchia (San Felice) nell’organizzazione di passeggiate e camminate per le famiglie.

Perché vi piace scrivere o perché sentite l’esigenza di farlo?

Scrivere del nostro territorio ci sembra un modo per valorizzare e far conoscere la grande ricchezza paesaggistica, umana e storica che esso ci offre.

Che cosa raccontate in questa edizione de I Quaderni?

In questa edizione proponiamo un articolo che si rifà al rapimento della giovane Angiolina Lonardi, avvenuto in Valpantena nel 1675. Presentiamo la trascrizione integrale del manoscritto dello studioso veronese Antonio Zambelli, che ricostruì la triste vicenda attraverso l’esame dei documenti originali che erano raccolti nell’ampio carteggio del padre di Angiolina. Nella prima parte del nostro articolo abbiamo aggiunto alcune parti introduttive e delle foto dei luoghi nominati così come si presentano oggi.

Una frase che vi rappresenta?

“Nessuno ricorderà i passi che hai fatto nel cammino, ma le impronte che hai lasciato” (Anonimo).
“Camminando si apprende la vita, camminando si conoscono le persone” (Ruben Blades).

Potrai acquistare la tua copia presso

Glam Caffè (distributore Agip) Ponte Florio
Cartolibreria “Lo scrittoio” Piazza Buccari Montorio
Edicola via Olivè Montorio
Azienda Fondo Prognoi via Ponte Verde 5/c, Montorio
Alimentari edicola Imanetti, Via Poiano, 43, Poiano
Tabaccheria Centrale Grezzana, Via Roma 33, Grezzana

Oppure

prenotarla scrivendo a montorioveronese@gmail.com

 

(costo seconda edizione 15 euro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.