Ex Sapel Montorio: i dettagli fanno la differenza. Si coinvolgano le rappresentanze territoriali.


L’area di maggior pregio che comprende il Laghetto Fontanon, l’area verde e le Peschiere: sarà ricompresa nel progetto di riqualifica?

Il comunicato stampa del consigliere di Circoscrizione Carlo Beghini

Anche se da tempo se ne stava parlando, in questi giorni vi è stato l’annuncio del possibile intervento edilizio all’ex lanificio Sapel di Montorio rientrante in piano di rigenerazione urbana. Sarà davvero un’occasione di rigenerazione e non altro? Dipenderà dai dettagli realizzativi.

“I dettagli sono ciò che fanno la differenza.” Ad oggi non sono noti i particolari dell’intervento preannunciato, ma proprio questi determineranno il valore o il danno di un intervento così importante per Montorio.

Il principio generale del recupero di “aree urbane degradate” o dell’edificazione che preservi il “consumo di suolo” sono importanti e condivisibili, ma altrettanto importante è il valore della partecipazione ed il coinvolgimento delle rappresentanze territoriali che vivendo e conoscendo bene la zona possono contribuire con idee e proposte. Per questo si auspica un coinvolgimento dei cittadini, attraverso la circoscrizione e le associazioni, già nel corso di definizione del progetto e nella fase di raccolta delle osservazioni che seguirà. Da quanto è stato possibile leggere sui giornali, già alcuni importanti interrogativi dovrebbero trovare una risposta e meritano un confronto di approfondimento. La prima domanda, nel comunicato dell’amministrazione si fa cenno a una parte con destinazione commerciale, qui i dettagli fanno la differenza: infatti se si parla di piccoli negozi di prossimità è una cosa mentre se si parla di un supermercato o centro commerciale come generatori di traffico difficilmente si possono inserire in un contesto cosi pregiato e con limitata viabilità di accesso. Altra importante domanda, l’area di maggior pregio è probabilmente quella che comprende il Laghetto Fontanon con l’area verde annessa e le Peschiere: sarà ricompresa nel progetto di riqualifica? Ad oggi, nelle immagini presentate, questa area non è inclusa nell’ambito della progettualità. Eppure, in questa area verrebbe naturale sviluppare il bellissimo parco pubblico “dei laghetti” a beneficio di tutta la collettività montoriese e con notevole valorizzazione ambientale nel contesto del parco delle acque che sono caratteristica e patrimonio di Montorio. Non solo, proprio nell’area verde retrostante il Laghetto Fontanon è presente una costruzione che da vari lustri è incompiuta, e cosi come è deturpa il contesto: anche per questo motivo, perché non cogliere l’occasione per sistemare e ripensare questa parte? A maggior ragione, dato che la River Immobiliare è la proprietaria sia dell’ex Sapel sia dell’area verde retrostante il Fontanon.   

E i dettagli fanno la differenza anche parlando di edificazione abitativa e residenziale: di quante e di che tipo di abitazioni si parla?

Per tutto questo si ribadisce l’importanza di attivare sin d’ora un percorso compartecipato, affinché le aspettative e le finalità di rigenerazione si traducano in una effettiva riqualificazione urbana coerente con il contesto pregiato e a beneficio di tutta la collettività. Aspettative che per ruolo devono essere rappresentate dall’amministrazione pubblica, e pertanto come consigliere solleciterò l’avvio di un immediato confronto con il coinvolgimento di tutte le parti. Sopra le domande che porrò all’amministrazione.

Carlo Beghini

FOTO e IMMAGINI:

Area di maggior pregio: parco dei Laghetti:

Incompiuta:

Ambito intervento riqualificazione (esclusa area verde e Peschere):

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.