Variante 29, inizia il coinvolgimento della città. Venerdì 4 dicembre il primo webinar per il confronto pubblico


E’ un puzzle che continua ad arricchirsi di nuovi importanti tasselli quello della rigenerazione urbana cittadina che trova nella trasparenza e nella partecipazione due elementi cardine tra i più apprezzati dagli stake holders. Se ne parlerà il 4 dicembre dalle 15 alle 18 nel webinar organizzato dall’Ordine degli Architetti di Verona.


Dopo il successo della campagna ‘Vuoti a rendere’ lanciata dall’Amministrazione per mappare i siti e le aree dismesse private sul territorio comunale, che ha raccolto ben 60 segnalazioni di aree da recuperare e per alcune di queste è già iniziato lo step successivo. Il bando per la Variante 29 sta infatti raccogliendo molti ‘Vuoti a rendere’ ma anche nuove proposte di privati che non vogliono perdere le opportunità previste dal documento urbanistico in via di stesura.
 
Solo nell’ultima settimana, sono tre le aree potenzialmente riqualificabili attraverso la rigenerazione urbana che hanno partecipato al bando, ciascuna unica nel suo genere e con grandi potenzialità per lo sviluppo complessi vo del territorio. Dall’ex lanificio Sapel a Montorio al palazzo Fedrigoni in viale Piave, dismesso da pochi mesi.
 
Proposte progettuali che confermano che c’è un forte interesse da parte degli investitori verso ciò che Verona può offrire grazie alla nuova visione urbanistica degli ultimi anni, che punta a trasformare anzichè costruire ex novo e a limitare al massimo il consumo di nuovo suolo.
 
Di questi temi e molto altro si parlerà nel convegno online in programma venerdì 4 dicembre dalle 15 alle 18 organizzato dall’Ordine degli Architetti di Verona.
 
Per l’amministrazione, che parteciperà con l’assessore alla Pianificazione Urbanistica Ilaria Segala e il dirigente Arnaldo Toffali, sarà l’occasione di presentare ufficialmente il professor Paolo Galluzzi, docente di architettura e studi urbani al Politecnico di Milano e professionista dello Studio associato FOA, specializzato nella riqualificazione dei centri urbani italiani e nel recupero delle periferie e chiamato a fare scuola nell’ambito di master, scuole di specializzazione e corsi di alta formazione in tutta Italia e anche all’estero.
Il professore Galluzzi affiancherà l’Amministrazione nella stesura della Variante 29 e in tutte le fasi propedeutiche, che potranno essere anticipate e approfondite nell’incontro di venerdì.
 
“Non poteva cominciare meglio l’iter della Variante 29, la prima interamente targata Amministrazione Sboarina – commenta l’assessore Segala-. Il grande interesse da parte degli investitori conferma che il percorso intrapreso è quello giusto, basato su una valutazione d’insieme che punta a valorizzare ogni parte del territorio in modo omogeneo e secondo criteri di sostenibilità. Ancora una volta scegliamo lo strumento della partecipazione pubblica, il webinar di venerdì è solo il primo degli appuntamenti per raccontare ai cittadini come cambierà il volto di Verona da qui ai prossimi anni”.
 
Durante il webinar interverranno anche i presidenti dell’ Ordine Architetti della provincia di Verona Amedeo Margotto e dell’Ordine degli Ingegneri Andrea Falsirollo, Ernesto Caneva e Daniele Iselle funzionari del settore Urbanistica del Comune. 
 
Di seguito il link per partecipare al webinar https://www.h25.it/verona-ordine-architetti-ppc
 
Alberto Speciale
(Fonte notizia Ufficio stampa Comune di Verona)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.