Scorre il progno Squaranto e la briglia entra in funzione


Torrente Squaranto: la briglia scongiura pericolosi accumuli di materiale solido.

Le intense piogge dei giorni scorsi hanno alimentato il torrente Squaranto che, come non succedeva da un po’ di tempo, si è messo a scorrere e ciò ha messo in allerta Protezione Civile e Polizia Locale.

Negli anni scorsi il torrente ha prodotto molti danni con le sue esondazioni e quindi appena si rimette in movimento diventa uno sorvegliato speciale.

Venerdì sera appena è stata avvistata acqua nel torrente sono subito scattati gli allarmi con sopralluoghi e monitoraggi dei livelli del torrente acquisiti dalla webcam in località Confin e dei livelli degli idrometri presenti a nord di Pigozzo e in località Ponte Verde a Montorio.

Ma ancora una volta lo strumento più prezioso è risultato essere la briglia filtrante il loc. Rocchetta messa in funzione alla fine dell’anno 2015. Il suo intervento come già accaduto nel febbraio 2016 e soprattutto nel giugno 2016 è stato provvidenziale, infatti i suoi “denti” hanno trattenuto la parte solida, rami, tronchi e rocce, trasportata dall’acqua, evitando il pericolo di accumulo di questo materiale, nei punti critici rappresentati dai ponti presenti nei paesi a valle.

In passato è stato proprio questo materiale accumulatosi in prossimità dei ponti che ha causato pericolosissime esondazioni e rotture degli argini.

Di seguito un po’ di dati e le immagini dell’evento.

A fronte di una notevole quantità di pioggia caduta, circa 100 mm di pioggia a Bosco Chiesanuova (dato della centralina Arpav) e circa 86 mm a Montorio (dato della centralina meteo di piazza Buccari a Montorio) il livello delle acque nel torrente Squaranto non ha mai superato i 40 cm (dati osservati dalla webcam in località Confin) mentre l’idrometro sopra Pigozzo ha misurato il livello massimo di 31 cm.

Nonostante nel torrente fossero presenti livelli non preoccupanti di acqua, il materiale bloccato dalla briglia filtrante è stato notevole. Provate ad immaginare i danni che tale materiale avrebbe potuto fare sotto i ponti nei paesi a valle.

Ricordiamo inoltre che il tratto di alveo nella parte finale del torrente era stato ripulito dalla vegetazione infestante proprio verso la fine dell’estate. Ciò ha contribuito sicuramente a far scorrere l’acqua senza intralci.

E’ fondamentale mantenere in efficienza la briglia e programmare una manutenzione periodica dell’alveo.

Le foto della briglia con il materiale trattenuto. Si ringrazia il Coordinatore della Commissione n. 8 (Commissione Sicurezza, Aree Verdi e Corsi d’acqua), della Circoscrizione VIII, Lucio Tosi per aver messo a disposizione le immagini

Il livello del Torrente Squaranto in loc. Confin visto dalla webcam

Il torrente Squaranto la sera del 5 dicembre 2020 a Pigozzo

Breve filmato del torrente Squaranto a Montorio 5 dicembre 2020

Grafico pioggia cumulativa stazione meteo di Montorio (dati forniti da Brunelli Nicola)

Grafico pioggia cumulativa stazione meteo Arpav di Bosco Chiesanuova

Grafico idrometro ARPAV a Pigozzo

Ecco il link con le immagini in diretta della webcam:

Webcam Squaranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.