Teatro nei quartieri. Si parte in 15 settembre da Montorio


Veleno a Colazione … al Circolo I° Maggio

Per motivi organizzativi legati alla situazione covid, è obbligatorio prenotare i posti utilizzando l’apposoto tasto PRENOTA in corrispondenza della data desiderata sul sito: ilteatroneiquartieri.it
ATTENZIONE! LE PRENOTAZIONI SI APRONO 7 GIORNI PRIMA LA DATA DELL’EVENTO

I teatri di quartiere sono pronti ad alzare il sipario ed ospitare nuovamente il pubblico in sala.

La settimana prossima riparte infatti “Il Teatro nei Quartieri”, la rassegna promossa  dall’assessorato al Decentramento per portare il teatro in mezzo alla gente, nei quartieri e nelle periferie, e che si avvale dell’organizzazione di Modus.
 
Per la rassegna è il momento della ripartenza dopo lo stop dell’anno scorso causato dal Covid.
Si parte mercoledì 15 settembre con l’unico spettacolo all’aperto al Circolo Primo Maggio a Montorio, per poi proseguire negli spazi al chiuso fino a dicembre. Gli uffici sono già al lavoro per stilare il cartellone con gli spettacoli in programma dal prossimo gennaio, per coprire tutti i quartieri del territorio.
 
Tutti gli spettacoli sono gratuiti, vi si accede rispettando le misure di sicurezza prevista dalla normativa vigente ed è necessaria la prenotazione, che per ogni spettacolo sarà attiva sette giorni prima dall’evento. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.ilteatroneiquartieri.it creato apposta per poter seguire la programmazione, con titoli, teatri, date e orari. Tramite il sito si potrà effettuare la prenotazione obbligatoria del proprio posto in osservanza alle direttive anticovid che al momento prevedono anche l’esibizione del green pass. Informazioni 340 5926978 info@modusverona.it
 
Sarà questa un’edizione particolarmente ricca di offerte, che recupera gli spettacoli perduti la scorsa stagione causa Covid, affiancandoli con nuovi titoli. Sette spettacoli che spazieranno come di consueto dalla commedia dell’arte alla commedia brillante contemporanea, dal cabaret ai monologhi, dal teatro alla canzone dialettale, con alcune delle migliori compagnie professionistiche e non, provenienti da tutto il Veneto. A differenza del passato, quest’anno gli spettacoli non avranno un giorno fisso di rappresentazione, ciò per diversificare l’offerta e raggiungere il maggior numero di spettatori. Ad ogni appuntamento teatrale è abbinata la presentazione di una Associazione veronese che opera nel campo sociale ed assistenziale.
 
Programma
Si comincia mercoledì 15 settembre alle ore 21 nel parco del Circolo Primo Maggio (in caso di maltempo lo spettacolo si terrà nel teatro tenda del Circolo) con la commedia brillante “Veleno a colazione” portata in scena dalla compagnia vicentina Theama Teatro. Una commedia che mette alla berlina il matrimonio, attraverso un umorismo graffiante ed un susseguirsi di divertenti colpi di scena.
Segue poi “L’ultimo degli amanti focosi”, irresistibile commedia del grande Neil Simon che offre un’esilarante spaccato della classe media, mettendone in ridicolo superbie e debolezze, proposto dalla compagnia padovana Teatro Fuori Rotta, domenica 3 ottobre ore 16 al Teatro di La Rizza.
Terzo appuntamento al Teatro Camploy venerdi 15 ottobre ore 20.30, con uno spettacolo di Castelletti per Modus / Orti Erranti alla scoperta della figura del compositore veronese Antonio Salieri. Il monologo, intitolato “Rivalsalieri – La verità è nella musica”, alterna momenti drammatici e leggeri, ironici e romantici, come solo la vita vera sa essere.
Domenica 24 ottobre ore 16 al Teatro di Cadidavid è la volta dei Cantieri Invisibili, il gruppo di Matteo Spiazzi e Alberto Bronzato, che propone un bellissimo testo di Goldoni, “La bancarotta”, spettacolo di Commedia delle Maschere estremamente attuale che diverte con intelligenza sulle vicissitudini di un mercante veneziano.
In novembre, domenica 14 ore 16 arriva al Teatro Beato Steeb di Piazza Frugose Gigi Mardegan, attore trevigiano ma ben noto al pubblico veronese e sempre molto apprezzato, con il suo “Diese franchi de aqua da spasemo”, in cui si ride e sorride di quell’umanità contadina veneta della prima metà del secolo scorso, attraverso le memorie di un medico di campagna.
Grande appuntamento alla Gran Guardiavenerdi 26 novembre ore 20.30, con “Verona 84/85”, uno spettacolo che racconta il Campionato di calcio 84/85 del Verona e con esso la realtà di quell’epoca, proposto da Andrea De Manincor e Ermanno Rigattieri, tra aneddoti, gag e vecchi ricordi, sino ad un finale forte e inatteso.
Chiude questa prima parte della rassegna la compagnia veronese La Polvere Magica che torna attesissima alla Sala Virgo Carmeli, Golosine, con il suo ultimo lavoro “Vorrei la pelle nera”, nuovo capitolo della saga delle Sorelle Stramassi, domenica 19 dicembre ore 16.
Una commedia che mette alla berlina le del matrimonio, attraverso un umorismo graffiante ed un susseguirsi di divertenti colpi di scena fino ad un finale imprevedibile e davvero divertente.

Una coppia si ritrova a colazione all’inizio dell’ennesima domenica di una convivenza forse vissuta con troppa monotonia e troppa routine, dopo molti anni di matrimonio senza figli. Viene subito alla luce il tentativo assurdo ma determinato della moglie di sopprimere il marito con un potente veleno, che farà effetto entro il tempo di durata dello spettacolo. Da qui un’escalation di cattiverie, frecciatine e crudeltà, con l’incubo delirante del pericolo che incombe, dove la coppia manifesta i propri difetti, le fragilità e le contraddizioni, in un pericoloso duello tragicomico.

Le dinamiche più contorte del matrimonio vengono sviscerate attraverso un umorismo spietato, feroce, graffiante e crudele. L’assurdità e il paradosso regnano sovrani fra i due, che si rinfacciano a vicenda gli episodi più insignificanti della loro vita di coppia e i reciproci errori, in un susseguirsi a raffica di divertenti colpi di scena fino ad un finale imprevedibile e davvero divertente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.