Regione Veneto, Bando stufe 2022: contributi per rottamazione ed acquisto impianti a biomassa legnosa


In pubblicazione dal 29 luglio 2022 il nuovo Bando per la concessione di contributi regionali, per quasi quattro milioni di euro, destinati alla rottamazione e acquisto di impianti termici domestici a combustione di biomassa legnosa. Presentazione delle manifestazioni di interesse entro le ore 12:00 del 15 settembre 2022


La Regione del Veneto, nell’ambito delle politiche ambientali finalizzate al miglioramento della qualità dell’aria, ha adottato nel corso degli anni  numerose misure dirette al raggiungimento dei valori limite di PM10 previsti dalla Direttiva 2008/50/ce. Tra queste, l’amministrazione ha posto particolare attenzione alla promozione di misure strutturali nel settore delle biomasse legnose con interventi finalizzati alla sostituzione degli apparecchi per il riscaldamento domestico obsoleti.

Infatti gli apparecchi a biomassa legnosa, se non appartenenti a classi di prestazione emissiva elevata e/o se non correttamente gestiti, comportano elevate emissioni di polveri sottili e NOx decisamente più elevate dei corrispettivi impianti a gas naturale, GPL e gasolio. In particolare, l’utilizzo della biomassa, può rivelarsi molto critica in termini di qualità dell’aria soprattutto considerando gli inquinanti PM10, PM2.5 e benzo(a)pirene.

Secondo i criteri approvati dalla Giunta regionale con deliberazione n. 738 del 21 giugno 2022  viene pertanto pubblicato un Bando per incentivare i cittadini veneti a contribuire all’ammodernamento tecnologico dei generatori di calore a biomassa legnosa, su tutto il territorio regionale, al fine di ottenere le riduzioni emissive di polveri sottili necessarie per rientrare nei limiti di qualità dell’aria. 

Lo stanziamento regionale, che mette a disposizione 3.880.078,88 di euro, si propone di favorire l’ammodernamento degli impianti termici domestici obsoleti, intervenendo in un momento storico in cui le condizioni climatiche e la crisi energetica che si prospetta rendono urgente sostenere l’utilizzo di fonti rinnovabili per il riscaldamento domestico, nella massima attenzione dell’ambiente. E’ noto, infatti, che una delle principali cause dell’inquinamento atmosferico è riconducibile alla combustione non appropriata della biomassa legnosa, per cui è importante utilizzare impianti moderni ed efficienti e fare una costante manutenzione.

L’iniziativa è rivolta ai privati residenti nel territorio regionale con una situazione economica familiare non superiore a 50mila euro (ISEE ordinario 2022). Il contributo regionale è aggiuntivo rispetto all’incentivo assegnato dal GSE quantificato in rapporto alla situazione economica familiare (fattore principale), nonché sulla base delle emissioni di particolato primario generate dal nuovo impianto. Nella determinazione della graduatoria si terrà altresì conto del Comune in cui è realizzato l’intervento, con un ulteriore coefficiente premiale per quei Comuni che abbiano adottato dal 2019 ordinanze per il miglioramento della qualità dell’aria.

Per accedere ai contributi, entro le ore 12:00 del 15 settembre 2022 si dovrà manifestare il proprio interesse sulla piattaforma informatica dedicata,  secondo le modalità previste dal bando, e l’istruttoria sarà svolta da Veneto Innovazione Spa (consulta la guida alla piattaforma informatica per l’invio della manifestazione d’interesse link alla piattaforma informatica ReStart).

Scarica e leggi attentamente il bando approvato con decreto del direttore Ambiente e Transizione Ecologica n. 189 del 22 luglio 2022
DDR 189 testo
DDR 189 – Allegato A (bando)
DDR 189 – Allegato B (lista dei comuni)

Alberto Speciale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.