Acque Veronesi premia gli alunni del Concorso “Primaria l’Acqua”


L’acqua è gioia, è vita, è impegno, è rispetto, è arte. L’acqua è importante. Il valore dell’acqua viene fuori con trasparenza e gioia dai lavori di centinaia di bambini delle scuole primarie che hanno partecipato al concorso “Primaria l’acqua”, ideato da Acque Veronesi in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua per sensibilizzare gli alunni proprio sul tema del valore della risorsa idrica.
Per settimane i bambini, guidati dai loro insegnanti, hanno riversato creatività, cura e impegno nella realizzazione di slogan dedicati all’acqua e alla sua importanza. Il risultato si è manifestato in 24 striscioni tutti diversi, tutti interessanti, tutti nati da un percorso curato verso la scoperta di questa risorsa preziosa. La commissione ha premiato la 4° e la 5° A dell’istituto Comprensivo Cappa di Bovolone (primaria Scipioni) per il distretto Pianura, la 2°B della Primaria di Negrar e la 5° A della Betteloni di Montorio per il distretto Montano/Pedemontano. Tra gli slogan ed i lavori premiati“L’Acqua non sprecare, è un tesoro da conservare”, “Insieme goccia dopo goccia”, “Per noi l’Acqua è…”, “Acqua e Arte”.
A conclusione del percorso, Acque Veronesi ha organizzato due feste di premiazione: una il 18 marzo al Teatro Salieri di Legnago, per il distretto Pianura, alla quale ha partecipato il Direttore Generale dell’Azienda, Silvio Peroni: l’altra al Teatro Ristori di Verona il 25 marzo per il distretto Montano e Pedemontano, alla presenza del Presidente di Acque Veronesi, Roberto Mantovanelli e dell’Assessore alle politiche educative e scolastiche del Comune di Verona, Elisa La Paglia.
Queste due giornate sono state una festa per i bambini, con teatro, spettacoli di bolle e balli. A tutti gli alunni vincitori del concorso e ai loro insegnanti Acque Veronesi ha regalato l’ingresso ad una partita di pallavolo della squadra RANA VOLLEY, per sottolineare la sinergia tra sport, scuola e acqua. Le classi vincitrici hanno inoltre ricevuto una copia del libro “Capisco un tubo”, realizzato dal consorzio Viveracqua, di cui Acque Veronesi è parte. Tutti gli alunni che hanno partecipato al concorso hanno avuto in omaggio una borraccia. 
“Nel perimetro delle nostre attività quotidiane ha un ruolo rilevante l’azione educativa rivolta alle generazioni di domani. Con questo concorso volevamo far riflettere i bambini sull’importanza dell’acqua e loro ci hanno stupito con il valore dei loro elaborati – spiega il presidente di Acque veronesi, Roberto Mantovanelli – I giovani hanno chiaro quanto sia importante questa risorsa e sono in grado di comunicarlo con vivacità ed energia. Ringrazio tutti questi giovani artisti e i loro insegnanti per l’impegno dimostrato e per aver partecipato con entusiasmo a questa iniziativa”.

Ufficio Stampa di Acque Veronesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.